A- A+
Esteri
Stipendio dimezzato ai soldati russi? Potere della guerra rublo-dollaro

Guerra Ucraina, Putin se ne “strafrega” delle sanzioni comminate alla Russia

Mi sono gustato diversi articoli (sito kavkaz.realii) in relazione ai militari della Guardia Nazionale che non vogliono più tornare in Ukraina a combattere. Perché’? La ragione è molto semplice: questione di “soldi”. Ecco quanto riportato dai media: sembra che avessero pattuito l’ingaggio al valore ipotetico di 100. Il primo mese è stato regolarmente pagato 100/100, mentre il secondo mese solamente la metà. Avete capito bene. L’arcano è stato svelato dal Kremlino con un laconico: il tasso ufficiale di cambio rublo/dollaro è mutato in favore del rublo. Specifico meglio. Il 10 marzo 2022, alla data del primo pagamento, il rublo sul dollaro valeva 120, mentre il 26 maggio 2022 il cambio era a favore del rublo con un valore di 56. Ebbene ecco perché questi soldati hanno deciso di non rischiare ulteriormente la loro vita. Ora, mi preme soffermarmi sul cambio.

Tutti noi seguiamo l’andamento della guerra ed anche delle sanzioni che a detta dei Commissari Europei dovrebbero mettere in ginocchio la Russia. Ho scritto più articoli in merito al concetto del “dio denaro” visto dai sovietici, ma pare che tutto sia archiviato (messo nel cestino) senza neanche valutarne la eventuale positività. Se mi permettete un’espressione la Russia se ne “strafrega” delle sanzioni comminate, che a quanto pare hanno un effetto blando (pannicello caldo), continuando il proprio percorso nel campo finanziario. Volete un altro esempio? L’escamotage della doppia apertura del conti correnti un valuta e in rubli. Pensate questo l’abbiamo invento inventato noi europei attraverso i “nostri rappresentanti”.

Allora credo sia vera solamente una cosa: o l’Europa decide di ridurre a carta straccia il rublo ed i modi ci sono (leggi Vladimir Putin, la mossa di George Soros che può stritolare lo zar: gas in rubli, cambia il quadro? – Libero Quotidiano) oppure sarà bene che ci prepariamo ad ulteriori salassi. Mi pare poco elegante chiudere con un: te l’avevo detto!

Leggi anche: 

Rai, Fuortes fa fuori Orfeo per tenersi la poltrona, un patto col Centrodestra

Roland Garros, Trevisan in semifinale: dopo l'anoressia arriva la rivincita

RedBird si prende il Milan, è ufficiale: confermato lo scoop di Affari

De Angelis-Castellitto: è amore, la nuova coppia mano nella mano per Roma

Giulio Berruti "inibito" sui social: commenti soft dopo il film spinto

Stefano Pioli e la moglie Barbara, tocco magico anche dopo tanti anni insieme

Gratteri: "Morire in un attentato? Non saprei vivere da codardo". VIDEO

SEA, inaugurata la mostra "Milano, appunti visivi" a Malpensa

RFI: aggiudicata la gara da 2,7 mld per tecnologia ERTMS in Italia

Banca Mediolanum: inaugurato il nuovo Family Banker Office

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    guerra russia ucrainarublo





    in evidenza
    La vendetta di Taylor Swift in un brano: "ravenge song" contro il suo ex

    L'attacco a Fernando Alonso

    La vendetta di Taylor Swift in un brano: "ravenge song" contro il suo ex

    
    in vetrina
    Meteo, in arrivo un intenso peggioramento. Pioggia e freddo: ecco dove

    Meteo, in arrivo un intenso peggioramento. Pioggia e freddo: ecco dove


    motori
    Alfa Romeo Giulietta Sprint, celebra 70 anni di storia

    Alfa Romeo Giulietta Sprint, celebra 70 anni di storia

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.