A- A+
Esteri
Trump, insulti e avance alle donne. Le testimonianze

"Donald Trump mi ha molestata". È la frase che decide di donne, una trentina, hanno pronunciato in un'inchiesta condotta dal New York Times, accusando il magnate candidato repubblicano alla Casa Bianca di aver fatto delle avances nei loro confronti.

In particolare la ex modella Rowanne Brewer Lane ricorda quando Trump nel 1990 diede una festa nella sua villa a Mar-a-Lago a Palm Beach in Florida, dove invitò una cinquantina di modelle e una trentina di uomini. Il magnate, che all'epoca aveva 44 anni ed era nel bel mezzo del suo divorzio, portò l'allora 26enne Rowanne in una stanza della sua magione e le chiese di indossare un bikini, tirato fuori da un cassetto. "C'era chi si faceva il bagno in piscina e giocava in acqua" dice la donna. "Non so per quale motivo è venuto a parlarmi e dopo un po' mi ha preso la mano per portarmi a vedere la villa. Mi ha chiesto se avevo un costume. Quando gli ho risposto di no me ne ha fatto indossare uno e quando sono uscita dal bagno ha esclamato 'wow' e mi ha portato di nuovo in piscina chiedendo a tutti se non fossi una sbalorditiva Trump girl".

Da questa intervista è partita un'inchiesta più approfondita del quotidiano che ha cheisto anche ad altre donne che hanno avuto a che fare con Trump se avessero mai subtio molestie di questo tipo. I giornalisti non hanno fatto fatica a trovare decine di testimonianze di donne che dal magnate hanno ricevuto avances, provocazioni, apprezzamenti di vario tipo. Tutto in privato, soprattutto negli uffici della Trump Tower.

"Gli piaceva millantare le sue prodezze sessuali e la capacità di conquistare le donne, senza curarsi di chi aveva a fianco", ricorda una delle tante donne ascoltate, che però sottolinea che per il lavoro e gli affari Trump si affidava alle donne per una semplice ragione: "Spesso lavorano sodo, molto più duramente degli uomini".

TRUMP SI DIFENDE E ATTACCA LA CLINTON

Arriva su Twitter la replica di Donald Trum all'inchiesta del New York Times, che ha rivelato la denuncia di una trentina di donne, tra modelle, ex colleghe, collaboratrici, che accusano il candidato repubblicano alla Casa Bianca di aver fatto delle avances nei loro confronti.
 
"Il fallimentare New York Times ha scritto un altro pezzo su di me. Tutti sono impressionati da come ho trattato bene le donne, non hanno trovato nulla contro di me. È uno scherzo", scrive il magnate sul proprio account. E sostiene di aver sempre trattato bene le donne.
Trump è convinto che, anche se proseguono i tentativi di screditarlo, lui non perderà i voti dei suoi sostenitori.

Ieri il New York Times ha pubblicato un'inchiesta con 50 interviste a donne che negli ultimi quarant'anni hanno lavorato con Trump, hanno avuto a che fare con lui, e che sono state molestate a parole. Le loro dichiarazioni rivelano avances sgradite, commenti sulle loro 'curve', un'attenzione particolare per le donne ambizione e atteggiamenti definiti 'inquietanti e preoccupanti'. Trump, però, accusa i Media di disonestà e attacca l'avversaria Clinton, pur non smentendo, nella sostanza, le accuse che gli vengono rivolte.

Tags:
trump donne clinton
in evidenza
Iodio, non solo nell'aria di mare Come alimentarsi correttamente

La ricerca sfata i luoghi comuni

Iodio, non solo nell'aria di mare
Come alimentarsi correttamente

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Una gamma completa per la nuova generazione di Opel Astra

Una gamma completa per la nuova generazione di Opel Astra


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.