A- A+
Esteri
Ucraina, bambini sotto le bombe: drammatica testimonianza di una 16enne VIDEO
Bambini in un rifugio a Kiev (Lapresse)

Guerra in Ucraina: "Speriamo che il silenzio duri a lungo"

Mentre le ostilità in Ucraina si intensificano e si moltiplicano ovunque, in Italia e nel mondo, le manifestazioni per chiedere l’immediata cessazione delle ostilità, Save the Children diffonde oggi la drammatica testimonianza audio di Anna (il nome è di fantasia, per proteggerne l'identità), una ragazza di 16 anni che vive nei pressi della contact line. 

La testimonianza di Anna: "Ci nascondiamo in seminterrati, rifugi o zone sicure"

 

 

“Gli ultimi giorni sono stati molto caotici, soprattutto il 24 febbraio. Ci siamo svegliati alle 5 del mattino a causa degli spari e delle esplosioni, all’inizio non avevamo neanche capito se stesse succedendo nel nostro villaggio o altrove” ha dichiarato Anna, che già in precedenza era stata supportata da Save the Children, l’Organizzazione che da oltre 100 anni lotta per salvare la bambine e i bambini a rischio e garantire loro un futuro. “Nel giro di mezz’ora, siamo stati informati che il bombardamento era cominciato in una città vicina. Ci hanno detto che gli abitanti erano stati evacuati in un rifugio antiaereo e che, per motivi di sicurezza, anche noi dovevamo fare lo stesso: nasconderci in seminterrati, rifugi o zone sicure della casa, perché c’era un’alta probabilità che il bombardamento colpisse il nostro villaggio. Questo orrore è durato dalle 5 alle 9 del mattino”, continua Anna. “Al momento la nostra speranza è che il silenzio duri il più a lungo possibile e che non ci siano altri bombardamenti”, conclude la ragazza.

Dopo il Covid, la guerra: i bambini sono le prime vittime

I bambini e i ragazzi in Ucraina hanno già vissuto otto anni di conflitto, e oggi si trovano nuovamente a subire violenza, i bombardamenti e la fuga dalle loro case, quello che sta accadendo è troppo grave. Ogni guerra è una guerra contro di loro. Bisogna fare ogni sforzo per trovare immediatamente una soluzione diplomatica e proteggerli da tutto questo. Per questo Save the Children Italia ha aderito alla Manifestazione contro la guerra per un’Europa di Pace in corso a Roma indetta dalla Rete Italiana per la Pace e il Disarmo. “Assistere all’insorgere di un ennesimo conflitto che imprimerà un segno indelebile nella vita di molti bambini, rischiando di ucciderne tanti altri, è assurdo ed inaccettabile. Partecipiamo a questa manifestazione per chiedere con forza l'immediata cessazione delle ostilità, perché questo è l'unico modo per proteggerli dalla guerra e da ulteriori violazioni dei loro diritti. L’escalation di violenze e i combattimenti, l’uso di armi esplosive, mettono a rischio la popolazione civile, le scuole e gli ospedali, esponendo i bambini a conseguenze gravissime per la loro vita e la loro sicurezza. Le parti in conflitto devono inoltre garantire il massimo accesso agli aiuti umanitari perché possano raggiungere loro e le loro famiglie che sono in grave pericolo e che vivono in condizioni estreme.” ha dichiarato Daniela Fatarella, Direttrice Generale di Save the Children Italia.   

Cosa fa Save the Children in Ucraina

Save the Children opera in Ucraina dal 2014, fornendo aiuti umanitari essenziali ai bambini e alle loro famiglie. Ciò include sostenere il loro accesso all'istruzione, fornire supporto psicosociale, distribuire kit invernali e kit igienici e fornire sovvenzioni in denaro alle famiglie in modo che possano soddisfare i bisogni di base come cibo, affitto e medicinali, o in modo che possano investire nell'avvio di nuove attività.

Per sostenere gli interventi in emergenza di Save the Children: https://www.savethechildren.it/dona-fondo-emergenze

 

 

 

Leggi anche:

Ucraina, Tocci: “La guerra sarà lunga, bisogna evitare che diventi mondiale"

Tafuro: "Le sanzioni sono l'unica arma. Zelensky potrebbe farsi da parte"

Intervista a Nigel Farage: "Putin ha perso la testa? Non si sa"

Russia, Quartapelle (Pd): "Putin si ritiri o affronterà conseguenze durissime"

Russia-Ucraina, Draghi: "Ok sanzioni più severe. Energia? Serve diversificare"

Russia, le nuove sanzioni Ue. Blocco Swift congelato. L'appoggio della Cina

Bollette, Tabarelli (Nomisma Energia): "Rincari come negli ultimi trimestri"

Guerra Ucraina, mirino Putin sulla Polonia. Obiettivo: separare Nato e Baltico

 

 

Commenti
    Tags:
    crisi ucraina





    in evidenza
    "Qual è la tua posizione preferita?": la risposta di Annalisa diventa virale

    Costume

    "Qual è la tua posizione preferita?": la risposta di Annalisa diventa virale

    
    in vetrina
    Eleonora Riso trionfa a Masterchef 13: la cameriera "fuori dagli schemi"

    Eleonora Riso trionfa a Masterchef 13: la cameriera "fuori dagli schemi"


    motori
    Alfa Romeo celebra il primo 33 Stradale Day

    Alfa Romeo celebra il primo 33 Stradale Day

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.