A- A+
Esteri
Tafuro: "Le sanzioni sono l'unica arma. Zelensky potrebbe farsi da parte"

Crisi Ucraina, Tafuro (analista Ispi): “Zelensky potrebbe essere costretto a cedere se il costo in vite umane diventasse troppo alto”

Putin ha chiesto all'esercito ucraino di "prendere il potere" a Kiev e di rimuovere il presidente Zelensky, per facilitare il raggiungimento di un accordo. Il prolungarsi dell'invasione, con tutto ciò che comporta dal punto di vista umanitario ed economico per l'Ucraina, potrebbe far materializzare questo scenario. E' quanto dichiara ad Affaritaliani.it Eleonora Tafuro Ambrosetti, ricercatrice per Russia, Asia Centrale e Caucaso all'Istituto per gli studi di politica internazionale (Ispi). “Zelensky non è Yanukovich, il presidente che scappò in Russia dopo l'Euromaidan -sottolinea Tafuro-. Però Mosca potrebbe alzare talmente tanto il costo in termini di vite umane, che alla fine Zelensky potrebbe cedere. Quello che la Russia vuole è esattamente questo”.

“Putin -spiega Tafuro- puntava ad avere una rassicurazione dalla Nato, se non formalmente, almeno attraverso un compromesso a porte chiuse. Oppure avere dall'Ucraina una rassicurazione che sarebbe rimasta neutrale. O altrimenti prendersi tutto questo con la forza. Quest'ultima era un'opzione che purtroppo non ci aspettavamo, ma che invece si è verificata. L'epilogo di questa operazione militare secondo Putin è la capitolazione del governo di Kiev. Zelensky potrebbe essere costretto dal costo in vite umane a capitolare, ad abbandonare. Sarebbe un grave colpo per l'Ucraina e per la comunità internazionale se Mosca riuscisse nell'intento di far nascere a Kiev un governo non filo-occidentale”.

A livello internazionale, la strada delle sanzioni è l'unica che possono percorrere Stati Uniti e UE, considerando che l'Ucraina non è membro della Nato.

“Il problema è che noi non abbiamo altre armi a parte le sanzioni -ha affermato Tafuro-. E' difficile ipotizzare delle soluzioni alternative. Stiamo assistendo ad un'invasione su larga scala e purtroppo non ci resta che mettere in atto le sanzioni più dure che abbiamo minacciato, perché ne va anche della credibilità europea. Non sono ingenua, so perfettamente che ci sono dei costi economici molto alti, però siamo in una situazione in cui i costi politici sul lungo periodo potrebbero essere ancora maggiori”.

 

 

Leggi anche:

Intervista a Nigel Farage: "Putin ha perso la testa? Non si sa"

Russia, Quartapelle (Pd): "Putin si ritiri o affronterà conseguenze durissime"

Russia-Ucraina, Draghi: "Ok sanzioni più severe. Energia? Serve diversificare"

Russia, le nuove sanzioni Ue. Blocco Swift congelato. L'appoggio della Cina

Bollette, Tabarelli (Nomisma Energia): "Rincari come negli ultimi trimestri"

Guerra Ucraina, mirino Putin sulla Polonia. Obiettivo: separare Nato e Baltico

 

 

Commenti
    Tags:
    crisi ucrainaeleonora tafuro ambrosettiguerraistituto per gli studi di politica internazionale (ispi)vladimir putinzelensky





    in evidenza
    Iran, ecco Raisi prima dell'incidente fatale in elicottero: le foto del leader e del suo entourage

    Ultimi scatti prima dello schianto

    Iran, ecco Raisi prima dell'incidente fatale in elicottero: le foto del leader e del suo entourage

    
    in vetrina
    Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire

    Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire


    motori
    Škoda nuova Octavia: nuovo design, tecnologia AI e motori efficienti

    Škoda nuova Octavia: nuovo design, tecnologia AI e motori efficienti

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.