A- A+
Esteri
Ucraina, Perrino: "Bisogna snidare Putin, obbligandolo a una trattativa"

Guerra Russia Ucraina, il direttore Perrino a Rai 2: "Blocchiamo l'escalation o sarà guerra finale"

Angelo Maria Perrino, direttore di affaritaliani.it, è intervenuto nel corso di Speciale Tg2 “La tragedia di Mariupol”, in onda sulla Rai. “Credo che dovremmo contrapporre a Putin un tavolo di pace”, ha detto Perrino. “Dobbiamo cercare di non restare al colpo sul colpo. Non andiamo da nessuna parte se accresciamo le sanzioni. Dovremmo sparigliare, è una partita di scacchi, oltre che una terrificante carneficina. Usiamo il pensiero laterale: cosa vuole Putin? Perché ha scatenato questa guerra? Dobbiamo metterlo nell’angolo e costringerlo a dirci cosa vuole. Ci hanno provato Erdogan, Israele e la Cina. C’è chi propone l’intervento del Papa, di Prodi o di Berlusconi. Se Putin ha lanciato un’iniziativa, dovremmo chiedergli quale è l’obiettivo e ragionare con lui”.


Secondo Angelo Maria Perrino, è necessario introdurre un elemento di novità: “Se non blocchiamo l’escalation, della guerra che è anche mediatica e economica, siamo inevitabilmente diretti alla guerra finale, delle armi. Dal punto di vista filosofico cosa ci induce a ritenere che non useremo la bomba atomica? Dobbiamo fermare l’escalation. Non parlo di resa, ma dobbiamo individuare un’autorità che si proponga come mediatore e permetta di trovare un punto di equilibrio che porti al cessate il fuoco”. 

"Bisogna sfruttare le difficoltà dello zar"

Per il direttore di affaritaliani.it, è inimmaginabile che nel 2022 la Russia ritorni a una situazione zarista: “Non è possibile, è un’ipotesi che potrebbe essere figlia della bulimia di potenza di Putin. Va fermata e non con risposte bellicistiche. Ricordiamoci che quando ha iniziato l’invasione gli premeva evitare che al confine ci fossero pericoli per la Russia. Non aveva annunciato di voler conquistare e ricostituire quanto esisteva qualche decennio fa. Non si può dire che voglia ricostituire l’impero sovietico e nel contempo dire che è indebolito, come effettivamente è. Ha perso 10mila uomini, ci sono dimissioni nel suo staff, è caduta l’economia, il rublo è in difficoltà”.


Perrino ha sottolineato anche come le differenze tra i paesi europei in termini di dipendenza dalla Russia possano essere superate: “Penso che già domani avremo un buon segno di convergenze tra i 27. Dovrebbero lanciare un ‘modello covid’ per quanto riguarda l’acquisto e lo stoccaggio di gas, che dovrebbe essere comune. Se ciò accade si sarà fatto un buon passo avanti. L’invasione sta spingendo l’Europa a fare una cosa ancora mai avvenuta, in un’Europa in cui hanno sempre prevalso gli egoismi nazionali”. 

 

Leggi anche: 

" Cacciari: "Zelensky pacifista? Cela trattative segrete per arrivare alla pace"

Tocci: Draghi sa che il mondo è cambiato. Putin? Oltre il punto di non ritorno

Guerra Ucraina, il fallimento di Putin. La Russia verso l'autodistruzione

Snam, ecco che cosa c'è dietro il prossimo "adieu" di Alverà

Dostoevskij, volano le vendite: boom per i libri a tema Ucraina e Russia

Kate e William in Belize, respinti dalla comunità di Indian Creek. VIDEO

Fondazione Roche: 500mila euro per 22 progetti di assistenza

“L’autosufficienza alimentare passa dall’acqua”

Banca Generali, inaugurata la BG Art Gallery di Milano

Commenti
    Tags:
    affaritaliani.itangelo maria perrinoguerra russia ucrainaterza guerra mondialevladimir putin





    in evidenza
    Affari in rete/ Emiliano, Decaro, Laforgia e Leccese nella copertina dei Beatles "Let it be"

    Guarda le foto

    Affari in rete/ Emiliano, Decaro, Laforgia e Leccese nella copertina dei Beatles "Let it be"

    
    in vetrina
    Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024

    Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024


    motori
    Lexus alla Milano Design Week 2024: il futuro del design automobilistico

    Lexus alla Milano Design Week 2024: il futuro del design automobilistico

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.