A- A+
Esteri
Ucraina? Tutto scritto nel 2019 da Rand Corporation consulenti Usa anti Russia

La guerra in Ucraina già scritta nei piani dei consulenti Usa. Chi è la Rand Corporation. Leggi il documento ufficiale

“Fornire aiuti letali all'Ucraina per sfruttare il punto di maggiore vulnerabilità esterno della Russia”, “schierare un gran numero di forze NATO al confine con la Russia”, “aumentare la capacità dell'Europa di importare gas da fornitori diversi dalla Russia” e “incoraggiare l'emigrazione dalla Russia di manodopera qualificata e giovani ben istruiti”. Sono questi i consigli che nel 2019 la Rand Corporation, pensatoio statunitense, dava  all’establishment Usa e a quello europeo per contrastare la Russia. Lo studio dal titolo “Over-extending and Un-balancing Russia” sembra tanto lo specchio di quanto sta accadendo in queste settimane in Europa, tra Ucraina e Russia. Lo studio espone nel 2019 le modalità con le quali “Stati Uniti e i loro alleati potrebbero perseguire in aree economiche, politiche e militari per sottolineare - estendere e sbilanciare - l'economia e le forze armate russe e la posizione politica del regime in patria e all'estero”.

Il think tank Usa, fondato nel 1946 con il sostegno finanziario del Dipartimento della Difesa statunitense, si vanta di aver contribuito a elaborare la strategia che permise agli Stati Uniti di uscire vincitori dalla guerra fredda, costringendo l’Unione Sovietica a consumare le proprie risorse in armamenti diventando più povera. Perché intervenire in questo modo nei confronti della Russia è semplice da comprendere: ancora oggi, spiega Rand Corporation, per quanto la Russia sia piena di problemi resta un “concorrente” degli Stati Uniti in tanti campi. La Rand Corp, fatta di qualche migliaio di analisti (dal 1992 è attiva anche in Europa attraverso la controllata Rand Europe con sede a Cambridge nel Regno Unito), è finanziata, lo si può leggere facilmente dai report, dalle Agenzie per la sicurezza come la CIA, dal Pentagono, dall’Esercito, dall’Aeronautica Usa oltre che da altre agenzie governative non americane, da potenti onlus di settore e da filantropi.

LEGGI ANCHE: "Russia-Ucraina, fermate queste elites mondiali, stanno portando l'umanità alla distruzione

 

Guerra Ucraina. Caso Rand Corporation. E’ il gas il punto debole di Putin

L’analisi permette di capire come partendo dalle condizioni della Russia si possa metterla all’angolo, puntando sui punti deboli del Paese guidato da Vladimir Putin. Ci sono “i prezzi del petrolio e del gas che ben al di sotto del picco hanno causato un calo del tenore di vita, le sanzioni economiche hanno favorito quel declino, l'invecchiamento della popolazione e il prossimo declino e l'aumentare dell'autoritarismo sotto l'attuale regime di Vladimir Putin. Tali vulnerabilità sono accoppiate con ansie profonde (se esagerate) sulla possibilità di un cambio di regime di ispirazione occidentale, la perdita dello status di grande potere e persino un attacco militare. Nonostante queste vulnerabilità e ansie, la Russia rimane un Paese potente che riesce ancora a essere un concorrente alla pari degli Stati Uniti in alcuni domini chiave”. 
Cercare di attrarre a sé parte della popolazione giovane russa va di pari passo con l’indebolimento economico del Paese, fatto con altre strategie come quella militare che è una fra le tante e comporta rischi non irrilevanti.

Commenti
    Tags:
    aiuti letali all'ucrainacassazionefugaguerra russia ucrainale ultime notizienewsobiettoreover-extending russiapiano usaprobabilitàprofughiputinrand corporazionerischiosuperare confineterza guerra mondialeucrainousa





    in evidenza
    Sardegna, Elly e Todde si guardano negli occhi... L'intesa vincente prima delle elezioni

    Guarda la gallery

    Sardegna, Elly e Todde si guardano negli occhi... L'intesa vincente prima delle elezioni

    
    in vetrina
    Affari in rete/ Elezioni in Sardegna, la discesa della Lega dal 2019 a oggi

    Affari in rete/ Elezioni in Sardegna, la discesa della Lega dal 2019 a oggi


    motori
    McLaren Artura Spider 2025: innovazione e prestazioni per la supercar ibrida

    McLaren Artura Spider 2025: innovazione e prestazioni per la supercar ibrida

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.