A- A+
Esteri
Usa, l’invasione delle cicale volanti, misteriose e rumorose, ogni 17 anni

Miliardi di cicale volanti (Brood X) si preparano ad invadere la costa orientale degli Stati Uniti, da New York al Tennessee.

Dopo 17 anni passati sottoterra emergono per accoppiarsi e lo fanno con un rumore assordante, molto simile, in decibel, a quelli una moto.

E a breve i maschi, principali responsabili di questa “musica d’amore” creeranno un’innaturale colonna sonora in parchi e giardini.

“Sta arrivando una vera e propria invasione. Miliardi di cicale emergeranno dal terreno ", è scritto sul twitter del National Mall che raggruppa parchi e monumenti a Washington.

L’ Agenzia della Protezione Ambientale ha lanciato un appello affinché la gente non usi insetticidi che potrebbero danneggiare gli uomini.

Le cicale, aldilà del fastidioso rumore, sono innocue e rappresentano, nel ciclo della vita, cibo per molti animali. Sono innocue, vivono solo per un mese e quindi l’unico consiglio che le fonti ufficiali danno è quello di “ignorarle”.

Un mistero è come facciano a tenere conto degli anni che passano. Alcuni studi hanno rilevato che possono percepire i cicli temporali perché sono collegati alle radici degli alberi.

L’uso di pesticidi è inutile come rimedio perché le cicale non sono parassiti, non mordono, né trasmettono patogeni, né danneggiano colture o proprietà.

L'irrorazione, aggiunge, aumenta solo i rischi per la salute degli esseri umani e di altri animali.

Per alcuni esperti questa invasione potrebbe essere un’opportunità per imparare di più sulle foreste perchè capire come funzionano rappresenta la chiave per viverci in modo sostenibile.

Due dei fattori che le fanno emergere dal sottosuolo sono l'umidità e il caldo, la condizione termica ideale è una terra a 18 gradi.

Le cicale trascorrono la maggior parte della loro vita sottoterra nutrendosi delle radici degli alberi, prima di scavare un tunnel verso la superficie. Una volta fuori, generalmente in aree verdi, si dirigono in massa verso gli alberi. Le femmine depongono tra le 400 e le 600 uova su rami sottili che perforano con una serie di punture. Ragni e predatori le mangiano e, secondo alcuni uomini “appassionati”, hanno un sapore simile al tofu. Esistono diverse sottospecie di cicale , con diversi cicli di vita e volumi di sciame. La generazione che sta ora emergendo sulla costa orientale, la Brood X, è la più longeva e una di quelle che si sta schiudendo in massa.

Il fenomeno di solito dura circa 40 giorni. Il ronzio che uno sciame di maschi emette per attirare le femmine può raggiungere i 90 decibel. L'orecchio sarà esposto a suoni forti come quelli dei lavori di una costruzione.

Normalmente gli americani si riparano dal rumore rimanendo in casa ma dopo il lungo lockdown sarà molto difficile che lo facciano.

Entro un mese dalla loro comparsa in superficie, muoiono. Se i ronzii dei maschi hanno effetto sulle femmine, queste saranno riuscite ad accoppiarsi e deporranno enormi quantità di uova sui rami degli alberi e alla fine dell’estate la nuova generazione ritornerà sottoterra.

In ogni caso è, quello delle cicale, un altro incredibile spettacolo naturale che in ogni caso vale la pena di osservare.

Commenti
    Tags:
    cicaleamericainsetticiditofu
    in evidenza
    Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

    verso un mondo più sostenibile

    Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

    i più visti
    in vetrina
    Claudia Romani attaccante di sfondamento: 4 gol (foto da urlo!) per l'Italia

    Claudia Romani attaccante di sfondamento: 4 gol (foto da urlo!) per l'Italia


    casa, immobiliare
    motori
    Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio

    Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.