A- A+
Esteri
Via alla Terza Guerra Mondiale, ma sul web: va scongiurato il rischio nucleare

Ultima chance della diplomazia, hacker in campo per scongiurare il rischio nucleare

Tutto il mondo guarda con apprensione ai colloqui in corso tra Russia e Ucraina. Un tentativo estremo di scongiurare il peggio, come si capisce anche dal coinvolgimento – davvero inaspettato – di Roman Abramovich, discusso oligarca che tutto il mondo conosce per la sua avventura alla guida del Chelsea, recentemente interrotta proprio in seguito alla guerra in Ucraina. Se i negoziati fallissero, lo spettro della Terza Guerra Mondiale diventerebbe molto concreto. 

Ma come sarebbe la Terza Guerra Mondiale?

Benché molti abbiano osservato lo stile novecentesco della guerra di Putin all’Ucraina, è molto probabile che il vero terreno del conflitto sarebbe quello cibernetico. Se sul campo non c’è confronto tra l’esercito occupante e la resistenza ucraina, le cose possono cambiare notevolmente. È per questo che il ministro ucraino per la trasformazione digitale, Mykhailo Fedorov, ha chiesto aiuto agli hacker: “Attaccate le aziende russe dell'energia e della finanza”. Proprio questa può essere la chiave, anche per scongiurare un conflitto che potrebbe avere conseguenze drammatiche.

La minaccia nucleare è molto concreta

Il fatto che l’esercito russo abbia puntato da subito su Chernobyl, dove ancora ci sono le scorie radioattive del disastro del 1986, e poi sul sito nucleare Zaporizhzhya fa capire la serietà della minaccia. Quando lo Zar Putin ricorda la potenza nucleare del suo paese, non pensa tanto alla deterrenza, quando alla possibile soluzione finale, nel caso non ottenesse ciò che vuole, ovvero la creazione di un vero e proprio Impero Russo. Altrimenti, muoia Sansone con tutti i filistei.

Il Dark web vuole affossare l’economia russa

Per questo è importante il contributo di Anonymous con la sua Operation Russia, alla quale Putin vuole rispondere con un “cyberesercito” di esperti di scontro in Rete. E, se sono vere le numerose accuse degli ultimi anni rispetto a ingerenza nelle elezioni estere e altre imprese del genere, le competenze specifiche ai russi non mancano certo. Chi conosce davvero la Rete, ne conosce anche il lato oscuro. Si chiama Dark web, un mondo parallelo nel quale prolifera il crimine e dove in queste ore concitate si prova a sabotare la Russia anche attraverso la circolazione di dati sensibili relativi a molte aziende russe: speriamo tutti nel buon esito dei negoziati, ma ad ogni buon conto mettere in ginocchio l’economia russa, con le sanzioni o qualunque altro mezzo disponibile, è l’unica strada per evitare di arrivare a una Terza Guerra Mondiale sul campo o, peggio, nucleare. 

 

Leggi anche:
 

Ucraina: cos'è HermeticWiper, il nuovo malware che ha colpito il Paese

Ucraina, Anonymous dichiara guerra alla Russia: attacco hacker a Cremlino e...

Guerra, allarme Servizi: "Cyber attacchi russi in Italia. Siamo paese target"

Rischiamo la Terza Guerra Mondiale? Sì, ma cibernetica. PMI italiane a rischio

"L’Ucraina è tornata in Russia". L'annuncio dell'annessione cancellato

Commenti
    Tags:
    anonymouscrisi ucrainahackerterza guerra mondiale





    in evidenza
    Vittime e carnefici, qualcosa sta cambiando: l'intervento del direttore Perrino su Ore 14

    MediaTech

    Vittime e carnefici, qualcosa sta cambiando: l'intervento del direttore Perrino su Ore 14

    
    in vetrina
    A Milano apre Avani Palazzo Moscova: un nuovo hotel "illumina" Porta Nuova

    A Milano apre Avani Palazzo Moscova: un nuovo hotel "illumina" Porta Nuova


    motori
    Opel Corsa Electric Yes in edizione speciale, l' elettrica in stile sportivo

    Opel Corsa Electric Yes in edizione speciale, l' elettrica in stile sportivo

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.