A- A+
Food
Pane, tonno e mortadella: Ceglie Messapica capitale della gastronomia

A Ceglie Messapica spopola il panino con tonno e mortadella: un must degli anni '50

Erano gli anni '50 quando in Puglia, nel cuore della Valle d'Itria - più precisamente a Ceglie Messapica -, il salumiere Vincenzo Zucari volle viziare i propri clienti, proponendo una ricetta, ancora oggi, giudicata azzardata, che però sta tornando alla ribalta. Il salumiere pensò bene di unire quattro ingredienti apparentemente incompatibili - mortadella, provolone, tonno e capperi - e di racchiuderli tra due fette di pane, in modo da aiutare i lavoratori ad arrivare alla pausa pranzo con prodotti freschi. Nacque così, nella patria del biscotto alle mandorle, il famoso panino cegliese che, dopo qualche decennio, conquistò tutti, anche i più scettici, assurgendo a gloria cittadina e superando ben presto i confini della città.

Elemento fondamentale nella composizione di questo panino è la disposizione degli ingredienti. Se ordinati in maniera rigorosa, infatti, i quattro curiosi ingredienti arricchiscono il tipico pane morbido della zona e regalano un abbraccio incredibile di gusto pugliese. Ecco perché si procede per strati: in quello inferiore va messo il tonno, più saporito e umido, che ammorbidisce il pane e lo rende meno secco; subito dopo il cappero, dal sapore più delicato e che spezza idealmente la sapidità del tonno; poi la mortadella, disposta in uno strato morbido che conferisce al panino maggiore morbidezza, e infine il provolone, che dà una nota di spessore al tutto. Il pane con il quale si realizza il panino ha una forma a quadrifoglio, una consistenza morbida e una mollica corposa: è il pane tipico del dopoguerra, ancora oggi scelto per la sua ottima qualità.

Leggi anche: Panino al polpo, da piatto di pescatori a trend food dell'estate 2023

Iscriviti alla newsletter
Tags:
ceglie messapicafoodmortadellapaninopugliatonno




in evidenza
Matteo Berrettini is back, che balzo in classifica Atp: oltre 30 posizioni

Così è rinato il tennista azzurro

Matteo Berrettini is back, che balzo in classifica Atp: oltre 30 posizioni


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico


motori
Luca de Meo CEO Renault: "serve flessibilità per la transizione ai veicoli elettrici"

Luca de Meo CEO Renault: "serve flessibilità per la transizione ai veicoli elettrici"

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.