Roma, 23 dic. (Labitalia) - "Attenzione massima al rassicurare i dipendenti, le famiglie e le comunità dell’ecosistema in cui opera un’impresa, dimostrando capacità, anche interagendo con le strutture pubbliche, di dominio e comprensione dei rischi causati dalla seconda ondata pandemica. Questi sono elementi essenziali per consentire un rapido recupero della fiducia delle imprese e dei consumatori che, secondo i dati pubblicati oggi, a dicembre 2020 stimano un aumento sia dell’indice del clima di fiducia dei consumatori (da 98,4 a 102,4) sia dell’indice composito del clima di fiducia delle imprese che passa da 83,3 a 87,7". Lo ha dichiarato Ernesto Lanzillo, Deloitte private leader, commentando i dati pubblicati oggi dall’Istat con il report 'Fiducia dei consumatori e delle imprese' per il mese di dicembre. "E' necessaria - ha proseguito Lanzillo - un’ampia responsabilità civica di ogni imprenditore per favorire con la propria strategia aziendale non solo il proprio ritorno economico, ma quello più ampio della collettività. Di fronte alla situazione economica generale l’imprenditore deve puntare sulla tutela di dipendenti e stakeholder nelle misure di prevenzione dei contagi, che contribuiscono anche a una ripresa dei consumi locali, mentre dal punto di vista degli investimenti deve cogliere le potenzialità di sviluppo dei mercati e della competitività. Uno dei modi più efficaci per farlo è puntare sulla digitalizzazione e l’intelligenza artificiale, per mirare a nuovi market place e allo stesso tempo adeguare processi produttivi e distribuzione alla gestione remota o tecnologicamente evoluta". "Tornando ai dati - ha sottolineato - resi noti dall’Istat e guardando alle imprese, il miglioramento della fiducia è diffuso al settore manifatturiero e a quello dei servizi mentre le costruzioni e, soprattutto, il commercio al dettaglio evidenziano un calo dell’indice. In particolare, nel settore manifatturiero l’indice sale da 90,9 a 95,9 e nei servizi aumenta da 74,8 a 78,2; nelle costruzioni l’indice diminuisce da 136,8 a 136,0 e nel commercio al dettaglio scende da 94,9 a 88,5. Per quanto attiene ai servizi di mercato, si registra un peggioramento dei giudizi sia sugli ordini sia sull’andamento degli affari; le attese sugli ordini, dopo il forte ridimensionamento subìto lo scorso mese, tornano a migliorare trainando la risalita dell’indice di fiducia. Nel complesso si chiude un anno difficile, il 2021 si aprirà con la sfida da cogliere legata alle risorse del Recovery Fund, per tornare a investire e a innalzare la produttività".

in evidenza
Melania "molla" Donald Trump Appena atterrati in Florida

IL GESTO CHOC - VIDEO

Melania "molla" Donald Trump
Appena atterrati in Florida

in vetrina
Alan Friedman "balla col suo compagno": spuntano le foto sui social...

Alan Friedman "balla col suo compagno": spuntano le foto sui social...

motori
Nuova Citroën C4 e Nuova Citroën ë-C4 - 100% ëlectric, la gamma italiana

Nuova Citroën C4 e Nuova Citroën ë-C4 - 100% ëlectric, la gamma italiana

i più visti
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Covid, chiusura frontiere? Solo la UE dice no
Massimo Puricelli
Crisi di governo, l’horror show del trasformismo politico mortifica l'Italia
Di Tiziana Rocca
Se la sinistra lotta contro Gramsci, è doveroso lottare contro la sinistra
L'OPINIONE di Diego Fusaro


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

I sondaggi di AI

Dopo il voto di fiducia al Senato (sotto quota 161 sì), Conte deve andare avanti o deve dimettersi?

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.