A- A+
Libri & Editori
Se bambi fosse trans? Un libro per riflettere sul senso della transizione

Se Bambi fosse trans? sarà presentato alla Camera dei Deputati del Messico da Salma Luévano Luna, la prima deputata transgender del paese. Intanto l’Italia blocca la legge anti-omofobia Ddl Zan dopo un voto segreto del Senato.

Due notizie che non dovrebbero fare notizia: l’elezione di Salma Luévano Luna al Congresso dei deputati messicano e il blocco del Ddl Zan. Per quanto riguarda la prima, La casa editrice Libera Editorial augura "a Salma un buon lavoro, che fino a prova contraria non ha nulla a che fare con l’orientamento sessuale o l’identità di genere. Eppure non c’è titolo che non specifichi questo dettaglio sulla Deputata. A lei e a tutta la sua squadra vanno i nostri ringraziamenti non solo per essersi interessati al romanzo Se Bambi fosse trans? pubblicato lo scorso settembre, ma anche per essersi impegnati a presentarlo alla Camera il prossimo 23 novembre come ulteriore arma contro la discriminazione e l’ignoranza".

Dall’altra parte dell’oceano, in Italia, paese di origine dell’autore del romanzo, Emiliano Reali, ha suscitato scalpore e indignazione la recente notizia del blocco del Disegno di Legge Zan, la proposta di legge contro l’omofobia e la transfobia che prende il nome dal suo ideatore, Alessandro Zan, deputato del Partito Democratico e attivista per i diritti civili.

Questa legge ha cercato di introdurre la differenziazione tra sesso, genere, orientamento sessuale e identità di genere nella Costituzione italiana, che è almeno vent’anni indietro rispetto alla media europea in termini di diritti civili. E si è dimostrato: non solo il Senato italiano, in un trionfo dell’ultradestra, ha rovesciato la legge che voleva punire i crimini d’odio contro le persone LGTBI o disabili, ma lo ha fatto tra applausi scroscianti, come se stesse rivivendo le emozioni dell’ultima Eurocup.

Fortunatamente, gran parte dell’opinione pubblica italiana e internazionale ha condannato duramente queste immagini, dimostrando che le aule politiche non sempre riflettono il pensiero di una comunità. E che forse in quelle aule servirebbero più persone come Salma, non per la loro identità di genere, ma per il loro coraggio nel combattere contro concetti fortemente retrogradi, discriminatori e fondamentalmente ignoranti.

Emiliano Reali e Libera Editorial, da parte loro, si uniscono a questa lotta contribuendo con il loro personale granello di sabbia: un libro. Niente di rivoluzionario o fuori dal mondo, Se Bambi fosse trans? è un romanzo che scava nella vita del suo protagonista, un giovane che riflette sulla possibilità della transizione.

Il libro non omette i dettagli di un processo che forse la maggior parte di noi non osa nemmeno immaginare, ma il tono delicato ed empatico dell’autore, frutto anche di molti anni di lotta per i diritti civili, fa sì che la storia sembri finalmente quello che è: normale. E questo sì che è rivoluzionario.

LEGGI ANCHE: Emiliano Reali, Il seme della speranza: il nuovo libro con prefazione di Alessandro Cecchi Paone 

emiliano reali
 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    bambiddl zanlibritransgenderzan
    in evidenza
    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    Corporate - Il giornale delle imprese

    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    i più visti
    in vetrina
    Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza

    Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza


    casa, immobiliare
    motori
    Nuovo Nissan Qashqai si aggiudica le Cinque stelle Euro NCAP 2021

    Nuovo Nissan Qashqai si aggiudica le Cinque stelle Euro NCAP 2021


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.