A- A+
MediaTech
Banda ultralarga, Colao: "Entro 2026 connessione a 1 Gbps in tutta Italia"
(fonte Lapresse)

"C'è un forte e non più tollerabile ritardo nel processo di infrastrutturazione del Paese". Lo ha detto il ministro per l'Innovazione tecnologica e la transizione digitale, Vittorio Colao, rispondendo al question time alla Camera. "Per velocizzare la copertura con reti a banda ultra larga va quindi rivisto il modello seguito fino ad oggi, facendo della neutralità tecnologica il principio guida nella definizione di politiche e strategie per lo sviluppo della banda ultralarga", ha aggiunto.

"Stiamo monitorando il procedimento di approvazione, da parte della Commissione europea, delle misure relative alla fase 2 dei voucher per liberare quanto prima i fondi a disposizione di imprese e cittadini: abbiamo sollecitato la Commissione Ue a fare presto". Lo ha detto il ministro per l'Innovazione tecnologica e la transizione digitale, Vittorio Colao, rispondendo al question time alla Camera. "Per quanto riguarda l’incidenza della misura dei voucher alle famiglie a basso reddito, partita a novembre 2020, ad oggi sono oltre 114.000 i beneficiari che hanno aderito alla misura con circa il 36% delle risorse impegnate (di cui oltre il 30% già con servizi attivati)", ha spiegato.

"L’ultimo censimento del patrimonio delle infrastrutture di elaborazione dati della Pubblica amministrazione, ha rilevato che circa il 95% delle infrastrutture dati della Pubblica amministrazione è privo dei requisiti minimi di sicurezza e affidabilità necessari per fornire servizi e gestire dati". Lo ha detto il ministro per l'Innovazione tecnologica e la transizione digitale, Vittorio Colao, rispondendo al question time alla Camera. "È fondamentale far sì che i dati in possesso della Pubblica amministrazione siano inviolabili. Il comparto cybersecurity e il comparto sicurezza nel loro complesso assumono, in questa prospettiva, fondamentale importanza per i cittadini e sul piano geostrategico", ha spiegato.

Rete Unica: Colao, è cruciale, lunga attesa condiziona piani

 "Dalla cosiddetta operazione rete unica scaturirebbero effetti che possono incidere sui tempi e sulle modalità di sviluppo degli interventi relativi alla banda ultra larga. Poiché si tratta di un intervento cruciale per assicurare la modernizzazione del Paese, la coesione sociale e l’inclusione, è necessario giungere, nel più breve tempo possibile, a una definizione del contesto competitivo in grado di garantire allo stesso tempo una rapida copertura delle zone interessate e il rispetto degli enunciati principi di concorrenza". Lo ha detto il ministro per l'Innovazione tecnologica e la transizione digitale, Vittorio Colao, rispondendo al question time alla Camera. "Non possiamo permetterci di rimanere quindi in una situazione di lunga attesa, che rischia di condizionare i piani - e quindi i tempi - di copertura delle reti a banda ultra larga finanziati anche con le risorse del Pnrr", ha rimarcato. 

Tlc: Colao, connessioni a 1 Gbps in tutta Italia entro 2026

 "Mi preme sottolineare che l’ambizione del Governo è di portare connessioni a 1 Gbps su tutto il territorio nazionale entro il 2026". Lo ha detto il ministro per l'Innovazione tecnologica e la transizione digitale, Vittorio Colao, rispondendo al question time alla Camera. "Per fare questo è necessario agire sul fronte dell’offerta, e quindi dell’infrastrutturazione, e su quello della domanda, cioè dell’effettivo utilizzo dei servizi", ha aggiunto.

Rete unica: Colao, necessaria soluzione in breve tempo

 "È necessario giungere, nel più breve tempo possibile, a una soluzione idonea a consentire una rapida e completa copertura di rete a beneficio di cittadini e imprese". Lo ha detto il ministro per l'Innovazione tecnologica e la transizione digitale, Vittorio Colao, rispondendo al question time alla Camera. "L’obiettivo di fondo degli interventi previsti è quello di garantire la massima efficienza degli investimenti nello sviluppo di tutte le infrastrutture di rete beneficiarie,  nel rispetto delle regole del mercato e della promozione della concorrenza", ha aggiunto.

Digitale: Colao, puntiamo ad aumentare investimenti in Pnrr

"Puntiamo ad aumentare gli investimenti inizialmente previsti dal Pnrr" per quanto riguarda la trasformazione digitale. Lo ha detto il ministro per l'Innovazione tecnologica e la transizione digitale, Vittorio Colao, rispondendo al question time alla Camera. L’ambizione, ha spiegato il ministro, è "raggiungere gli obiettivi europei di trasformazione digitale ben in anticipo sui tempi, riducendo significativamente la quota di popolazione a rischio di esclusione sociale". 

Commenti
    Tags:
    banda largabanda ultralargacolaoconnessione
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Il vaccino preferito dagli italiani? Pfizer? Ma va: l'Acqua di Lourdes

    Covid vissuto con ironia

    Il vaccino preferito dagli italiani?
    Pfizer? Ma va: l'Acqua di Lourdes

    i più visti
    in vetrina
    Elisabetta Canalis, zip della tuta giù: scollatura da infarto. Maddalena Corvaglia senza reggiseno

    Elisabetta Canalis, zip della tuta giù: scollatura da infarto. Maddalena Corvaglia senza reggiseno


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Seat Arona, nuovo look e interni rinnovati

    Seat Arona, nuovo look e interni rinnovati


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.