A- A+
MediaTech
Chora Media compra Will, Calabresi: "L'audio è la novità degli ultimi anni"

Chora Media acquisisce Will Media: vuole costruire il primo polo italiano dell’informazione nativa digitale 

Chora Media, podcast company fondata da Guido Brera, Mario Calabresi (che la dirige e ne è CEO), Mario Gianani e Roberto Zanco, acquisisce il 100% di Will Media, media company fondata a gennaio 2020 da Alessandro Tommasi, Imen Boulahrajane, Davide Dattoli e Francesco Fumagalli, dando vita al primo polo italiano dell’informazione nativa digitale in audio e video. 

L’operazione consentirà di sviluppare sinergie in ogni campo, mantenendo tuttavia distinta l’identità editoriale delle due società, affinché entrambe possano proseguire le rispettive attività nel campo dell’innovazione del mondo giornalistico e dell’intrattenimento. Le due società insieme contano su una community social di 2 milioni di persone e su oltre 3 milioni di ascolti medi mensili podcast, guidando così le classifiche nazionali su tutte le piattaforme.

Con l’acquisizione Chora Media punta a consolidarsi come editore cross-platform, capace di spaziare dall’intrattenimento all’informazione e insieme di rispondere alle necessità sempre più complesse espresse dalle aziende, dalle associazioni e in generale dalle diverse realtà che devono comunicare in questa fase di cambiamento profondo della società. 

La nuova configurazione consentirà a Will di accelerare il proprio sviluppo, completando la propria proposta commerciale e rafforzando il team, che conta già 35 professionisti, con un’età media intorno ai 27 anni di cui il 60% donne. Will, che ha chiuso il 2021 in utile, per il 2022 punta a raddoppiare i numeri dello scorso anno in termini di fatturato e nuove assunzioni. 

Alessandro Tommasi rimarrà alla guida di Will come amministratore delegato della società IS Media e parteciperà al Consiglio di Amministrazione di Chora. Mario Calabresi entrerà invece a far parte del CdA di Will. Responsabile dei contenuti e alla guida del team di autori e autrici di Will resta Francesco Zaffarano, giovane editor in chief con passate esperienze internazionali, scoperto proprio da Calabresi 8 anni fa. 

“L’audio è la grande novità di questi ultimi due anni - sottolinea Mario Calabresi, CEO di Chora Media -, e in pochi mesi in Italia l’ascolto dei podcast è completamente esploso: sono stati creati più podcast negli ultimi 12 mesi che in tutto il tempo precedente. Oggi abbiamo un interesse, sia da parte degli ascoltatori che delle aziende verso l’audio, che era inimmaginabile soltanto un anno fa. Stanno crescendo gli ascoltatori sia nell’intrattenimento che nell’informazione. Con Chora siamo stati capaci di intercettare questa richiesta di innovazione e cambiamento, e vogliamo continuare a crescere e a sperimentare. Abbiamo scelto Will perché la riteniamo la realtà più dinamica, fresca e innovativa del mondo social”.

“Il mondo dei media è tanto affascinante quanto complicato: un settore che mai come oggi necessità di profonda innovazione e consolidamento - dice Alessandro Tommasi, co-founder e CEO di Will - Siamo partiti due anni e mezzo fa con l’idea di aprire il mondo della divulgazione e dell’informazione alla rivoluzione digitale, per raggiungere il più ampio pubblico possibile, anche non abituali fruitori di notizie. nOggi nel proseguire sulla strada di quell’intuizione iniziale, l’operazione con Chora Media ci permetterà di continuare il lavoro di spiegazione ed accompagnamento dei nostri utenti attraverso la complessità del tempo che viviamo tra sfide globali come quella climatica e sfide molto locali. Il mondo media è messo alla prova dal digitale ma anche dalle abitudini dei più giovani, così diverse dalle generazioni precedenti, per questo il percorso di consolidamento nel mondo media è inevitabile e positivo per utenti ed operatori di settore”.

L’operazione è stata guidata dagli studi legali Chiomenti e Bonelli Erede, Studio Laghi e Corti Fumagalli Associati.

Chora Media, a 18 mesi dalla sua costituzione, si è affermata come la prima podcast company italiana, con più di 60 serie pubblicate - tra editoriali, news e branded content - sulle più importanti piattaforme audio (Spotify, Amazon Music, Audible, RaiPlay Sound, Storytel, Intesa On Air), a cui si aggiungono 52 serie attualmente in produzione. La parte branded lavora con 34 aziende per cui realizza serie dedicate. Il trend degli ascolti di Chora segue una curva esponenziale e attualmente si attesta ad una media di 2,2 MLN ascolti al mese, avendo registrando un picco di 3,4 MLN. Ad oggi gli ascolti cumulati hanno superato i 15 milioni. Dai podcast di Chora sono già nati 5 libri nel corso del 2022 e altri 5 vedranno la luce quest’anno. La novità più recente è la Chora Academy, che nella primavera 2022 ha ricevuto oltre 4000 candidature per 300 posti disponibili, con un parco docenti composto dagli oltre 20 talenti del mondo di Chora Media.

Will Media è una media company nata a gennaio 2020 che nelle prime 24h raccolse oltre 50mila followers su instagram. Da allora la crescita non si è arrestata arrivando a 1,3M di followers su Instagram, 140k su TikTok dove l’azienda è da poco sbarcata, YouTube, Facebook, Linkedin ed i podcast, secondo grande amore di Will che ne ha prodotti 10 dei quali l’80% è stato almeno una volta nella propria vita n.1 in Italia. Un primato assoluto.

 

 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    chora mediamario calabresipodcastwill





    in evidenza
    La vendetta di Taylor Swift in un brano: "revenge song" contro il suo ex

    L'attacco a Fernando Alonso

    La vendetta di Taylor Swift in un brano: "revenge song" contro il suo ex

    
    in vetrina
    Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid

    Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid


    motori
    Opel celebra 125 anni dalla nascita della produzione industriale dell’ auto

    Opel celebra 125 anni dalla nascita della produzione industriale dell’ auto

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.