A- A+
MediaTech
Internet advertising in Italia? Vale 5,4 mld. E l'Intelligenza Artificiale...

L’Internet advertising in Italia vale 5,4 miliardi di euro nel 2024

Il valore dell’Internet advertising a fine 2023 ha toccato quota 4,9 miliardi di euro e le prime previsioni per il 2024 vedono il mercato raggiungere i 5,4 miliardi di euro (+10%). Queste alcune delle evidenze emerse dall’Osservatorio Internet Media della School of Management del Politecnico di Milano in occasione del convegno “L’evoluzione dell’Internet advertising: Attention Metrics e AI nell’era privacy oriented”. Saranno però pochi operatori a influire con forza su questo trend: nel 2024 aumenterà la concentrazione del mercato e i grandi player internazionali raccoglieranno l’82% (+1 punto percentuale rispetto al 2023) degli investimenti pubblicitari complessivi.

“Il panorama pubblicitario, in particolare l’Internet advertising, sta vivendo una profonda trasformazione in questi anni legata all’evoluzione tecnologica, ai cambiamenti derivanti dai temi della privacy e del tracciamento dell’utente e allo sviluppo di nuovi strumenti e metriche di misurazione, come il tema dell’attenzione. Tali dinamiche, tra cui in primis l’Intelligenza Artificiale, incideranno in modo rilevante sulle strategie degli operatori del settore e sugli equilibri di mercato dei prossimi anni” spiega Giuliano Noci, Responsabile Scientifico dell’Osservatorio Internet Media.

online advertising
 

Nel rapporto sottolinea che “il mercato pubblicitario italiano, comprensivo della raccolta su Tv, Stampa, Internet Media, Radio e Out of Home, ha raggiunto i 10,2 miliardi di euro nel 2023, in crescita del 6% rispetto al 2022”. In questo panorama “internet consolida la prima posizione nel mercato con una quota del 48% e un incremento del 9%; seguono Tv (35% e +2%), Out of Home [1] (7% e +13%), Stampa (6% e -2%) e Radio (4% e +8%).

“L’Internet advertising sembra ormai destinato a crescere anno su anno, trainato sempre più dal formato Video, che quest’anno supererà i 2 miliardi di euro (+ 14%), aumentando la sua incidenza sul totale Internet (39%). L’andamento è in gran parte frutto degli investimenti allocati dagli advertiser alle applicazioni Video, soprattutto sul grande schermo” spiega Denise Ronconi, Direttrice dell’Osservatorio Internet Media.

Audio advertising, formato in crescita

Attenzione alla crescita dell’Audio advertising (+22% rispetto al 2023) che, nonostante sia ancora residuale in termini di raccolta (43 milioni di euro), attira un interesse crescente degli investitori, grazie alle sue caratteristiche intrinseche (come la fruizione lontana da uno schermo) che lo differenziano dagli altri formati pubblicitari online.

“Anche lato consumatore si registrano movimenti interessanti nel mondo Audio, abbiamo riscontrato una crescita rilevante dell’ascolto dei Branded Podcast, dal 14% del 2023 al 23% del 2024 guidato soprattutto dalle giovani generazioni (35% tra la Gen Z)” dichiara Antonio Filoni, Partner e Head of Innovation and Digital, BVA Doxa. “Il Podcast prosegue la luna di miele con gli italiani digitali, dove oltre la metà degli attuali ascoltatori dichiara che ne aumenterà l’ascolto. E rimanendo sul tema Audio advertising bene anche il ricordo pubblicitario di questi formati, cresce nell’ultimo anno dal 32% al 42% l’Host Read e dal 27% al 34% l’Interactive Ads”.

Internet Adverting, Intelligenza Artificiale Generativa amplia le opportunità per il settore

Se l’utilizzo dell’Intelligenza Artificiale nel mercato pubblicitario negli scorsi anni riguardava principalmente finalità di analisi e gestione dei dati e comprensione dei testi, è proprio grazie all’evoluzione dell’AI Generativa che le opportunità per il settore si sono ampliate significativamente. Non si possono, tuttavia, trascurare alcuni elementi di attenzione nell’utilizzo dell’Intelligenza Artificiale, come la necessità di evitare bias cognitivi (addestrando gli algoritmi tramite dati accurati e rappresentativi del segmento di popolazione che si desidera targetizzare), il monitoraggio continuo per evitare attività di marketing dannose, e la corretta gestione del consenso nell’utilizzo e manipolazione di determinati soggetti e immagini (per garantire la sicurezza e tutelare la privacy delle persone, ma anche per evitare la realizzazione di campagne false e fraudolente).

La consapevolezza crescente delle minacce alla privacy e le attenzioni rivolte da parte delle varie Autorità europee hanno inoltre portato nel tempo alcune tra le più importanti industrie Tech a riconsiderare il loro approccio al tracciamento online. Questi interventi rendono prioritario per l’industry l’adozione di soluzioni alternative – cookieless e privacy compliant – per la targetizzazione degli utenti al fine di garantire l’addressability pubblicitaria nel nuovo panorama che si sta sempre più delineando all’interno del mercato. Ad oggi la filiera è pronta ad offrire soluzioni alternative e valide in questo rinnovato contesto pubblicitario: dalle soluzioni di targeting comportamentale come gli Identificatori Universali, deterministici o probabilistici – in grado di associare centinaia di touchpoint del singolo cliente su canali offline e online, piattaforme e dispositivi – a quelle di contextual targeting e miste come le soluzioni di audience basate sull’AI, che sfruttano entrambe le tipologie di dato.






in evidenza
"Vi racconto tutta la verità...". Angelica Schiatti, Morgan esce allo scoperto

L'artista accusato di revenge porn

"Vi racconto tutta la verità...". Angelica Schiatti, Morgan esce allo scoperto


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico


motori
Renault Rafale: l'auto ufficiale della presidenza della Repubblica Francese

Renault Rafale: l'auto ufficiale della presidenza della Repubblica Francese

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.