A- A+
MediaTech
La nuova Rai parte con un autogol, Ore 14 soppresso: perché è una cantonata

Rai,  ecco perché la soppressione di Ore 14 è una cantonata 

Lo scoop di Affaritaliani ieri annunciava che il conduttore del programma di Rai2 Ore 14, Milo Infante, viene “promosso” alla co-conduzione del pomeriggio di Rai 1 insieme con Roberta Capua. Già, ma che fine fa Ore 14, la trasmissione creatura di Milo Infante? Secondo lo scoop di Affaritaliani Ore 14 viene chiusa.

Essendo io stato ospite in quel programma diverse volte appassionandomi e portando il mio contributo all’analisi dei casi di cronaca trattati in diretta da Milo e con gli inviati sui luoghi di fatti e misfatti di nera, trovo l’idea della Rai un grave errore. E spiego perché con una serie di numeri e qualche considerazione.

Per rendersi conto di quanto sia sbagliato chiudere Ore 14 basta fare un tuffo nel passato, prendendo un giorno a caso del 2020: il 18 novembre il programma, in onda da qualche settimana, durava 50 minuti e superava a stento il 2% con 375mila telespettatori. Su Rai 1 la diretta concorrente Serena Bortone, partendo dal 22,5 del Tg1, otteneva il 12,5% con 1 milione e 863 mila telespettatori.

LEGGI ANCHE: Rai, confermati Report e Chi l'ha visto. Dubbi su Cartabianca, ecco perché

Già l’anno successivo, mentre le costosissime corazzate dell’informazione di prima e seconda serata naufragavano miseramente, Ore 14 riusciva a superare l’obiettivo di Rete fissato al 4% ottenendo un insperato 4,53% di media con 600 mila telespettatori.

Ma il vero miracolo Ore 14 l’ha ottenuto quest’anno: a dispetto delle continue interruzioni dovute a Question Time ed eventi sportivi (a proposito, qualcuno riesce a spiegare il significato dei canali Rai dedicati allo sport?) e soprattutto dell’inserimento all’interno del programma di ben due blocchi pubblicitari per un totale di più di  6 minuti (oltre ai canonici 4 minuti e passa in testa),  il programma ha letteralmente preso il volo, con puntate all’8% di share, picchi di oltre un milione di telespettatori e un ascolto medio da gennaio a maggio del 6,1% con 720mila telespettatori.

LEGGI ANCHE: Fazio-Littizzetto fuori dalla Rai: finisce lo show pagato con i nostri soldi

A distanza di due anni, quindi, prendiamo in esame una puntata, quella del 26 aprile 2023: su Rai 1 Serena Bortone partendo dal 20% delle rubriche del Tg conquista il 13,5% con 1 milione 550mila telespettatori nella prima parte e il 15% con 1 milione e 512mila nella seconda. Ore 14, partendo dal 7% delle rubriche del Tg2 supera l’8% con 882mila telespettatori. Come dire che in due anni ha quadruplicato lo share.

Qualcuno potrebbe chiedersi a che prezzo è stato raggiunto questo risultato: ebbene, i dati sia pur non ufficiali, parlano di un costo a puntata del 40% inferiori a quelli dei competitor e di un interesse della pubblicità che si evince dal “carico” dei blocchi nel programma: nessuno nel 2020, uno nel 2021, tre nel 2022 (uno in partenza, uno alle 14.30 e l’ultimo alle 15.00, per un totale come detto di dieci minuti su 70 di programma. Tariffario Rai alla mano bastano due spot da 30 secondi per riparare il costo dell’intera puntata. Tutto il resto finisce nelle tasche di mamma Rai.

LEGGI ANCHE: Rai, tutto è Fazio tranne che una vittima

Una rivoluzione, quella ipotizzata in queste ore, che non piace neppure ai piani alti di viale Mazzini, dove qualcuno ha già calcolato una perdita (soprattutto nella fase di partenza del nuovo programma) di almeno 2 punti per Rai 1 e addirittura 3 per Rai 2, che in assenza di Ore 14 difficilmente supererebbe il 3%. E per gli stessi motivi non può certo piacere a Pierluigi Diaco che, anche grazie al lavoro della squadra di Infante e al suo traino, ha ottenuto un ottimo risultato in una rete prima completamente spenta.

Riuscirà quindi il nuovo direttore del day time Angelo Mellone a scippare la fascia 14-15.30 al suo collega Paolo Corsini piazzandoci l’ennesimo  factual, genere ormai  da anni in disuso persino sulle reti satellitari?

E ancora, possibile mai che Infante accetti di fare sostanzialmente un passo indietro tornando a co-condurre un programma, forse addirittura molto lontano dalle sue corde, con un gruppo autorale a lui sconosciuto abbandonando Ore 14 che la prossima stagione potrebbe riservare, complice anche la debolezza di Rai 1, grandi sorprese?

 

LEGGI ANCHE: Milo Infante e Roberta Capua al pomeriggio di Rai 1. Arriva Myrta Merlino

 

LEGGI ANCHE: "Non prendo i posti delle colleghe". L'intervista esclusiva a Monica Setta

 

LEGGI ANCHE: Rai, il cda ha nominato Roberto Sergio nuovo amministratore delegato

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
faziomilo infantenomineore 14raiviale mazzini





in evidenza
Impennate in moto e nozze con l'assassino, Perrino a Ore 14: "Siamo nella società dello spettacolo"

L'intervento del direttore di Affari

Impennate in moto e nozze con l'assassino, Perrino a Ore 14: "Siamo nella società dello spettacolo"


in vetrina
Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024

Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024


motori
Mercedes-Benz arriva la gamma Van con innovazioni Hi-Tech

Mercedes-Benz arriva la gamma Van con innovazioni Hi-Tech

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.