A- A+
MediaTech
Perrino: “Letta dolce con Meloni? Ecco perché”. Retroscena sul segretario dem
Angelo Maria Perrino

Il direttore Perrino ospite a "L'autostoppista" su Rai Isoradio: "Gli elettori non hanno sempre ragione? Solo Calenda poteva dire una fregnaccia del genere"

Intervenuto ai microfoni dell'Autostoppista di Igor Righetti, su Rai Isoradio, il direttore di Affaritaliani.it Angelo Maria Perrino ha discusso di diversi temi di attualità politica. Tra questi, le elezioni regionali da record... di astensioni.

"A dominare queste Regionali sono stati allo stesso tempo rassegnazione e rifiuto. Rassegnazione, perchè si dava per scontato il risultato. Non c'era partita contro le destre e la gente ha perso motivazione. Ma d'altra parte c'è anche un distacco dalla politica, fenomeno che va accentuandosi di elezione in elezione", spiega Perrino. "E i nostri comandanti in capo", aggiunge, "non vogliono prendere atto che ci stanno isolando dal resto del mondo". 

Clicca qui per ascoltare l'audio dell'intervento del direttore Perrino a Rai Isoradio

E dopo la vittoria del Cdx, i partiti sconfitti si accusano tra di loro. Azione e Italia Viva, però, forse per differenziarsi, hanno dato la colpa agli elettori. Calenda ha infatti dichiarato che non sempre hanno ragione. "Credo sia una follia concettuale", tuona il direttore di Affari. "É una fregnaccia che solo uno come Calenda poteva dire, nessun politico esperto avrebbe mai potuto dichiarare una cosa del genere", spiega.

E sul Terzo Polo, Perrino ha le idee chiare: "Credo sia una logica politica del marketing di due 'mattacchioni' come Calenda e Renzi. Hanno cercato di occupare uno spazio, ma è andata male... Non esiste davvero".

Infine, il direttore parla anche dei complimenti dell'opposizione alla gestione della premier Meloni. "In effetti, io conosco bene Giorgia ed è veramente brava, seria e degna del massimo rispetto. Bonaccini ha fatto bene a complimentarsi con lei in modo da ricostruire un sistema politico tale per cui anche il leader dell'opposizione rispetti il capo del governo. Quanto a Letta, i più cattivi sostengono che le sue parole di elogio siano figlie del desiderio di andare a guidare la Nato. E, siccome la premier è ben vista dagli americani, forse  è stato solo un gesto opportunistico. Ma questo è solo un retroscena che vale quel che vale...", spiega il direttore di Affari.

E sull'ex ministro del Lavoro Andrea Orlando, il quale aveva reagito ai complimenti della sinistra verso la leader di Fdi con un sonoro: "C'è qualcosa che non va", Perrino risponde: "Dopo il pasticcio che ha fatto con il caso Cospito non ne parlerei neanche... mi sembra un uomo confuso. Lo dica cosa non va, se no cosa ci sta a fare?", conclude il direttore.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
lettameloniperrino





in evidenza
Elodie va in gol: San Siro e al Maradona, ma è mistero sui manifesti. Date e indizi

Annuncio col giallo

Elodie va in gol: San Siro e al Maradona, ma è mistero sui manifesti. Date e indizi


in vetrina
Pepsi, ristorante temporaneo in Duomo a Milano: atmosfere vintage e gusti americani

Pepsi, ristorante temporaneo in Duomo a Milano: atmosfere vintage e gusti americani


motori
FIAT Professional, arriva il cambio automatico AT8 sul nuovo Ducato

FIAT Professional, arriva il cambio automatico AT8 sul nuovo Ducato

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.