A- A+
MediaTech
Stupro Piacenza, il Messaggero cancella il video dopo la bufera social
Violenza sessuale

Stupro Piacenza, Il Messaggero rimuove il video dopo le feroci polemiche 

Il Messaggero fa dietro front. Dopo le furiose polemiche sulla pubblicazione del video dello stupro avvenuto a Piacenza, ripreso poi anche dalla leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, il quotidiano romano ha definitivamente rimosso sia il video che l’articolo online nel quale era contenuto.

Infatti, nel caso si dovesse cliccare sull’articolo in questione, pubblicato ieri 22 agosto, il link risulta inattivo e non visualizzabile.

Il Messaggero rimuove il video dello stupro di Piacenza, gli interventi di Odg e Fnsi

Interventi anche da parte dell’Odg Emilia Romagna e del Cpo Fnsi, Cpo Usigrai, Cpo Cnog e Giulia giornaliste. “La pubblicazione del video dello stupro di Piacenza, anche se successivamente rimosso, è di una gravità inaudita, inaccettabile dal punto di vista professionale e umano, contraria alle norme deontologiche alla base della professione giornalistica”, ha scritto il consiglio dell’Ordine dei giornalisti.

“Alle fondamenta della deontologia giornalistica c’è il rispetto della persona e delle vittime, per questo la pubblicazione di quel video è scorretta sotto ogni punto di vista. Non c’è clic che possa valere più della tutela della vittima, non c’è giornalismo se non c’è rispetto della deontologia”.

“Pur se al momento non risultano coinvolti giornalisti e testate della regione, l’Odg “sta vigilando sulle pubblicazioni del video dello stupro di Piacenza e segnalerà eventuali violazioni agli organi disciplinari competenti per territorio”.

Stupro Piacenza, Giorgia Meloni toglie il video da Twitter

Il video dello stupro di Piacenza di Giorgia Meloni ha violato le regole di Twitter. Il social ha cancellato il filmato, al centro delle polemiche in queste ore.  

Il Messaggero e il video dello stupro poi ripreso da Giorgia Meloni. Cos’è successo

Ma facciamo un passo indietro. Per chi non avesse seguito la vicenda, un uomo di 27 anni è stato arrestato dalla polizia a Piacenza. Le volanti della questura lo hanno bloccato mentre stava violentando una donna in mezzo alla strada. La vittima è una 55enne ucraina che intorno alle 6 stava passeggiando da sola nel pieno centro storico della città emiliana quando è stata aggredita e gettata a terra sul marciapiedi dal giovane che ha iniziato a violentarla.

Ebbene, il video della tragedia, oltre che essere stato pubblicato dal Messaggero, è stato ripreso in seguito anche da Giorgia Meloni. Neanche a dirlo, la pubblicazione del video (particolarmente crudo) ha fatto scoppiare una bufera di indignazione.      

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    messaggerostuprostupro piacenza





    in evidenza
    Il "Gioco dell'oca" diventa leghista C'è la casella Stop utero in affitto

    Europee/ L'idea di Lancini

    Il "Gioco dell'oca" diventa leghista
    C'è la casella Stop utero in affitto

    
    in vetrina
    Meteo, in arrivo un intenso peggioramento. Pioggia e freddo: ecco dove

    Meteo, in arrivo un intenso peggioramento. Pioggia e freddo: ecco dove


    motori
    Mercedes-Benz Vans e ONOMOTION lanciano la e-cargo per l’ultimo miglio

    Mercedes-Benz Vans e ONOMOTION lanciano la e-cargo per l’ultimo miglio

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.