A- A+
MediaTech
Xiaomi, vendite in aumento del 33%

Xiaomi ha venduto 34,7 milioni di smartphone nella prima metà del 2015. Il dato è ambivalente. Il progresso è senza dubbio impressionante, pari al 33% anno su anno. Lo è ancor di più se si considera Xiaomi per quello che è: una startup, nata appena cinque anni fa e già valutata 45 miliardi di dollari. I profitti sono da capogiro: anche se il gruppo resta abbottonato e non rilascia dati sul conto economico, il fatturato dovrebbe aggirarsi intorno ai 12 miliardi di dollari.

Xiaomi ha conquistato lo sterminato mercato cinese e continuerà a crescere. E allora perché il dato è ambivalente? In un eccesso di ottimismo, il co-fondatore Lei Jun aveva previsto di vendere 100 milioni di smartphone nel corso del 2015. Un obiettivo che, visti i dati del primo semestre, difficilmente sarà centrato. La causa è il calo del mercato cinese. Un dato che spingerà Xiaomi ad accelerare il grande passo: l'espansione internazionale.

Gli smartphone cinesi saranno disposnibili dal 7 luglio in Brasile. In Europa e Usa sono acquistabili online solo alcuni accessori, una sorta di prova generale per un gruppo che vende il 70% delle unità tramite il proprio sito web. I prossimi passi portano a Messico, Turchia, Russia. La strategia è la stessa che ha conquistato la Cina (dove Xiaomi vende più di Apple e Samsung): puntare sul rapporto qualità-prezzo e puntare a quelle fasce di popolazione che non possono stare fuori dal mercato mobile ma che, allo stesso tempo, non possono permettersi un iPhone.   

Tags:
xiaomismartphoneapplecinamobile
in evidenza
Berardi ciliegina dello scudetto Leao deve 20 mln allo Sporting

Le mosse del Milan campione

Berardi ciliegina dello scudetto
Leao deve 20 mln allo Sporting

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale

Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.