A- A+
Politica
A La Piazza la spaccatura: Salvini-Tajani divisi su pensioni, manovra e banche
Antonio Tajani Angelo Maria Perrino. Foto: Nick Zonna

Salvini-Tajani, la spaccatura nel cdx: "Siamo diversi". A La Piazza emerge la grande distanza tra i due partiti di centrodestra. Strada in salita per il governo Meloni

I due vicepremier Salvini e Tajani scelgono La Piazza di Affaritaliani.it per confrontarsi sull'autunno bollente e non solo che attende il governo Meloni. I due leader politici seppur a distanza, il segretario di FI presente a Ceglie Messapica e sul palco a rispondere alle domande del direttore di Affaritaliani.it Angelo Perrino mentre il leader della Lega è in collegamento dal Trentino, si confrontano su diversi temi. Dalla manovra finanziaria, alle pensioni, fino alle alleanze per le prossime europee. Entrambi i protagonisti gettano acqua sul fuoco: nessuno scontro, andiamo d’accordo, "siamo diversi, ma lavoriamo insieme", assicura Antonio Tajani – ma si contraddicono a distanza. Su tutto. Prendiamo le privatizzazioni. Il leader di Forza Italia non indietreggia: "Sui porti – ripete – ho fatto presente un principio con cui sono cresciuto politicamente: meno Stato e più impresa per fare crescere l’economia". E quindi: "Più servizi vanno affidati alle imprese", ma senza toccare i "beni demaniali". Neanche dieci minuti dopo il ministro dei Trasporti replica: "A Tajani vorrei dire che sui porti bisogna stare molto attenti, ci sono già presenze cinesi. Prima di spalancare le porte a chi ci vede come terra di conquista, ci penserei".

Non proprio i migliori auspici per la prossima missione asiatica del titolare della Farnesina, atteso a Pechino il 4 settembre. Sulla previdenza, allora. Anche lì ricette diverse: il segretario della Lega affezionato al consueto cavallo di battaglia di Quota 41; Antonio Tajani fermo sull’antico adagio berlusconiano: "Io credo che si possa fare anche un piccolo passo in avanti sull’aumento delle pensioni minime", per portarle a 700 euro. Ma lo sanno entrambi: o l’una o l’altra, forse nessuna. L’altra faglia sulla manovra si è aperta prima della pausa estiva e ancora non si è richiusa: gli extraprofitti delle banche.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
antonio tajanila piazzamatteo salvini





in evidenza
Luigi Berlusconi scommette su Algojob: investito oltre un milione di euro

Con lui anche Ermotti, figlio dell'ad di Ubs

Luigi Berlusconi scommette su Algojob: investito oltre un milione di euro


in vetrina
Intelligenza artificiale e aziende italiane: le reali applicazioni

Intelligenza artificiale e aziende italiane: le reali applicazioni


motori
Addio alla Smart Fortwo: un’era di mobilità urbana si conclude

Addio alla Smart Fortwo: un’era di mobilità urbana si conclude

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.