A- A+
Politica
Ai Soumahoro solo le briciole: dov'è finito il resto?
Aboubakar Soumahoro e la moglie Liliane Murekatete

Ai Soumahoro solo le briciole: dov'è finito il resto?

Prima di iniziare dobbiamo fare alcune dovute premesse. La vicenda di Soumahoro e delle cooperative della sua famiglia è molto complessa e ogni giorno, si potrebbe dire ogni ora, emergono nuovi fatti che a volte confermano e a volte smentiscono i precedenti. E dobbiamo anche premettere che la giustizia sta facendo il suo corso e che, allo stato attuale delle cose, i soli fatti giudiziari accertati sono che solo la suocera del deputato Marie Terese Mukamitsindo è indagata dalla Procura di Latina per malversazioni di erogazioni pubbliche, false fatturazioni e truffa aggravata.

C’è anche da dire che la signora ha riconosciuto, firmando un verbale presso l’Ispettorato del Lavoro di Latina, due anni di stipendi non pagati ad una dipendente. Altro fatto rilevante è la liquidazione coatta per la Karibu e lo scioglimento del Consorzio Aid, per “irregolarità insanabili”. La decisione è venuta dal ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, in un Question time parlamentare, dopo le verifiche degli Ispettori del ministero stesso. Da ora in avanti invece avanzeremo alcune considerazioni politiche ed altre giornalistiche, tenendo i campi ben separati.

Nei giorni scorsi sono emersi particolari interessanti sul fatto che nel 2004 la cooperativa Karibu ha affidato al Pd locale la procura speciale per presentare il bilancio. A tal proposito, l’ex presidente della Regione Lazio, Francesco Storace, ha così commentato ad Affaritaliani.it: "Il tema è sempre lo stesso, faccio quello che voglio. Quello che mi pare. Quante gare sono state fatte per l'assegnazione dei soldi? E a quante di queste non è mai stata chiesta una rendicontazione? È evidente che in Italia c'è un sistema dell'accoglienza. Lo Stato, o gli enti locali, aiutano chi aiuta i migranti, ma chi fa i controlli? Vengono fatti su questi fondi pubblici? Non mi pare che nel caso Soumahoro e famiglia questi controlli siano stati fatti. È un sistema che pare essere in voga ovunque, a tutti i livelli, dove governa il Pd. Chiaramente ogni responsabilità va poi vista con le carte alla mano, ma non è un caso che da Zingaretti e Gualtieri - quindi Regione Lazio e Comune di Roma - non sia arrivata nemmeno una parola. Tutti zitti. Perché dal presidente della Regione e dal Sindaco non viene un contributo di verità e di chiarezza?".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
pdsoumahoro





in evidenza
La vendetta di Taylor Swift in un brano: "ravenge song" contro il suo ex

L'attacco a Fernando Alonso

La vendetta di Taylor Swift in un brano: "ravenge song" contro il suo ex


in vetrina
Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid

Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid


motori
Alfa Romeo Giulietta Sprint, celebra 70 anni di storia

Alfa Romeo Giulietta Sprint, celebra 70 anni di storia

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.