A- A+
Politica
Dl Lavoro, verso l'incontro governo-sindacati. Landini: "Folle eliminare Rdc"

"Vediamo un susseguirsi di bozze, che a volte smentiscono in maniera evidente i contenuti delle precedenti. Mi pare che la discussione vada avanti con cambiamenti repentini", aveva invece affermato il segretario della Cisl, Luigi Sbarra, sempre in occasione della conferenza sul concerto di San Giovanni. Per il segretario della Uil Pierpaolo Bombardieri, "e' bene che il governo parli di Lavoro, mi spiace che per 6 mesi se ne sia dimenticato: ho sentito perfino qualche esponente del governo sbeffeggiare i giovani che il primo maggio saranno in piazza a festeggiare mentre loro lavorano, mi verrebbe da dire che con le loro retribuzioni e' legittimo essere impegnati sempre". "In base alle bozze che vediamo - sempre secondo Bombardieri - solleviamo due temi: i salari e la perdita del potere d'acquisto e poi la precarieta', se i giovani non hanno un posto di Lavoro stabile e' complicato possano pensare al futuro". 

Lavoro: Calderone, 1 maggio momento di riflessione 

"Il Primo maggio deve essere per tutti noi un momento per unirci e per riflettere su come il lavoro costituisca uno dei principali valori fondativi e costitutivi della nostra Repubblica". Cosi' Marina Calderone, ministra del lavoro, parlando dal palco allestito a Corte Tegge, frazione di Cavriago nel Reggiano, in occasione della visita del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella al distretto meccatronico. "La nostra Costituzione e' forse quella, tra le carte costituzionali, quella piu' attenta al lavoro come elementi di promozione e non solo dello sviluppo economico ma anche del progresso sociale e dell'autonomia dei cittadini", ha aggiunto. 

Landini, una follia il taglio del reddito di cittadinanza 

"Se le notizie domani saranno confermate, l'idea che in un momento in cui aumentano le povertà si taglia il reddito di cittadinanza a noi sembra una follia": lo afferma il leader della Cgil, Maurizio Landini, alla vigilia dell'incontro convocato tra governo e sindacati a Palazzo Chigi. "Oggi - aggiunge Landini - è il momento di investire sul lavoro, sulla solidarietà e soprattutto di andare a prendere i soldi dove sono, dove sono stati fatti i profitti, dove c'è l'evasione fiscale e non continuare a pensare che i lavoratori dipendenti e i pensionati sono i bancomat e pagano anche per quelli che evadono le tasse e che non pagano". 

Dl lavoro: Schlein, è una provocazione, spinge il precariato

"Siamo estremamente preoccupati dalla provocazione di portare il primo maggio un decreto che porta lavoro nel nome ma spinge il lavoro precario di cui questo Paese non ha più bisogno, anzi". Così la segretaria del Pd Elly Schlein a Orbassano (Torino), seconda tappa della sua visita oggi in Piemonte in sostegno dei candidati sindaci Dem alle elezioni del 14 e 15 maggio. "Vengano a chiederlo alle giovani generazioni che ormai hanno paura del futuro - ha detto Schlein - perché con contratti che durano pochi mesi senza sapere se saranno rinnovati e con salari troppo bassi è difficile costruirsi un futuro e una famiglia, perché non sai se puoi mantenerla". "La nostra - ha aggiunto - è una Repubblica fondata sul lavoro e sul lavoro dignitoso, di qualità, quindi basta con il lavoro precario e con il lavoro povero. Chiedo al governo di cambiare rotta, se quella è la direzione l'abbiamo già vista in questi anni: stiamo condannando alla precarietà intere generazioni di giovani e di donne che hanno già pagato abbastanza il costo della crisi occupazionale".

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
decretogovernolandinilavorordc





in evidenza
"Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"

De Filippi furiosa in tv

"Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"


in vetrina
Canalis e Masolin, la strana coppia sul piccolo schermo

Canalis e Masolin, la strana coppia sul piccolo schermo


motori
Volkswagen nuova ID.3 Pro S: tecnologia avanzata e prezzo competitivo

Volkswagen nuova ID.3 Pro S: tecnologia avanzata e prezzo competitivo

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.