A- A+
Politica
Draghi rifiuta la guida della Nato. L'Italia candida l'ammiraglio Cavo Dragone
Mario Draghi accoglie Meloni a Palazzo Chigi per il Passaggio di consegne

Nato, il piano B dell'Italia dopo il no di Draghi

Mario Draghi è stato ad un passo dalla guida della Nato, ma l'ex premier alla fine ha deciso di non accettare. La sua candidatura sarebbe stata subito accolto con piacere a livello internazionale, ma è arrivato un secco no dall'ex Bce. Così il governo - si legge su Repubblica - è passato al piano B, e per il prestigioso ruolo di capo del Comitato militare dell’Alleanza, è stato indicato il nome dell'attuale capo di Stato Maggiore della Difesa: Giuseppe Cavo Dragone. "L’Italia resterà al fianco dell’Ucraina fino a quando ce ne sarà bisogno, auspicando ovviamente che a un certo punto si possa arrivare a un tavolo negoziale". È quanto auspica Cavo Dragone, che tra qualche mese potrebbe diventare il consigliere militare del leader politico dell’Alleanza.

L’ammiraglio Cavo Dragone - prosegue Repubblica - fa anche una riflessione generale sulle necessità strategiche dell’Alleanza, inclusa una maggiore attenzione per il fronte sud: "Il Mediterraneo è una regione strategica, la cui importanza è andata aumentando ancora di più a causa della guerra in Ucraina, la presenza di importanti risorse energetiche e del crescente numero di infrastrutture, come gasdotti e cavi per la migrazione dei dati. Poi c’è sempre il pericolo che se si lascia un vuoto, nemici o terroristi corrano ad occuparlo. Perciò è essenziale la collaborazione tra Italia e Usa". Durissimo su Putin: "Il suo obiettivo era dimostrare, per la seconda volta in pochi mesi dopo l’Afghanistan, che la Nato non funziona. Ha fallito".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
cavo dragonemario draghinato





in evidenza
Affari in rete

Guarda la gallery

Affari in rete


in vetrina
Carrà, in vendita la villa all'Argentario. Prezzo (quasi) accessibile. FOTO

Carrà, in vendita la villa all'Argentario. Prezzo (quasi) accessibile. FOTO


motori
Alpine Endurance Team alla 24 Ore di Le Mans: test day cruciale

Alpine Endurance Team alla 24 Ore di Le Mans: test day cruciale

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.