A- A+
Politica
Elezioni Lazio, la guerra aperta tra Rampelli-Rocca apre una crepa in Fdi

Elezioni Lazio, il sondaggio commissionato su Rocca e i legami di Meloni con Orban: il commento 

La bomba –come capita spesso- l’ha lanciata l’arguzia di Roberto D’Agostino che con Dagospia ha riportato la voce dell’esistenza di un sondaggio riservato che Fratelli d’Italia avrebbe commissionato per capire se le notizia di un passato da spacciatore per Francesco Rocca, candidato del centro –destra alle prossime regionali nel Lazio, avesse intaccato i sondaggi. 

I vertici di FdI hanno smentito ma ce chi accusa che qualche fedele di Fabio Rampelli abbia messo in giro la cosa per screditare Rocca. Ma non solo si parla di un sondaggio successivo ma su Dagospia si mette proprio in dubbio che sia stato effettuato un sondaggio sul gradimento elettorale di Rocca. I sondaggi pubblicati finora danno un Rocca che vincerebbe di poco con il 40% mentre Rampelli sarebbe al 50%.

Insomma un “regalo di Natale” di Dagospia che non deve aver fatto particolarmente piacere dalle parti di via della Scrofa. L’altro ieri Rocca, ex Presidente della Croce Rossa, è comunque corso ai ripari cercando di allargare il più possibile la coalizione al mondo “produttivo e delle professioni” incontrando sul tema i tre coordinatori regionali della coalizione: Paolo Trancassini (FdI), Claudio Durigon (Lega) e Claudio Fazzone (Forza Italia). A breve incontrerà Vittorio Sgarbi con la sua lista Rinascimento e Maurizio Lupi di Noi Moderati.

Resta il fatto che la scelta di Rocca è apparsa una sorta di replica di Enrico Michetti per fare il sindaco di Roma. Si tratta di candidati sconosciuti politicamente che sembrano frutto più di accordi e veti interni che di scelte oculate. Probabilmente Rocca, che comunque negli anni ha mostrato il suo valore raggiungendo l’apice della CRI, vincerà ma dentro Fratelli d’Italia si è aperta una crepa che segna un avvertimento per Giorgia Meloni e la sua crescita costante.

Non sfugge che Rampelli era infatti il “candidato naturale”. Il vicepresidente della Camera non è uno qualsiasi ma è uno del cofondatori di Fratelli d’Italia e aveva annunciato pubblicamente il suo interesse a fare il Presidente della Regione Lazio, essendo tra l’altro lui romano e rimasto fuori da tutti gli incarichi di governo (clicca qui per leggere l'articolo). 

Un Rampelli in opposizione interna -a questo punto a livello nazionale-, con alleati come Salvini e Berlusconi proni ma non ancora completamente domati dalla Meloni, può rappresentare un grosso problema per il futuro. La Meloni necessariamente si è dovuta spostare su posizioni che non sono le sue originarie, come l’atlantismo ad oltranza e l’esaltazione della Nato, e quello di un taglio troppo netto con il passato, una sorta di “effetto Fini”, potrebbe, passata la luna di miele con gli italiani, creare grossi grattacapi al premier.

Tra l’altro è sotto gli occhi di tutti la recente parabola involutiva dei Cinque Stelle che hanno finito per rinnegare tutti i valori con cui avevano vinto nel 2018 e che sono stati severamente puniti dagli elettori. Non sfugge neppure che la destra, fino a qualche anno fa e prima della guerra ucraina era filo russa, inutile nasconderlo. Come si ricorderà il legame strettissimo di Giorgia Meloni con Viktor Orban. Se ci fosse qualcuno all’interno di Fratelli d’Italia che cominciasse a ricordarglielo potrebbe esserci un problema serio di tenuta sulle scelte internazionali che non sono certo nella natura primigenia della destra italiana ed addirittura inficiare gli equilibri geopolitici della guerra in corso.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
rampellirocca





in evidenza
Prime lancia lo spin-off di Lol "Angioni futuro della comicità"

L'intervista ai tre giudici

Prime lancia lo spin-off di Lol
"Angioni futuro della comicità"


in vetrina
Gioseppo Woman lancia la nuova adv: lo spot con la bellissima Elsa Pataky

Gioseppo Woman lancia la nuova adv: lo spot con la bellissima Elsa Pataky


motori
Nuova MINI John Cooper Works Countryman: prestazioni e stile al top

Nuova MINI John Cooper Works Countryman: prestazioni e stile al top

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.