A- A+
Politica
Femminicidi, responsabilità delle Istituzioni. Da una premier donna come Giorgia Meloni ci si aspetta di più

Femminicidi: le responsabilità delle Istituzioni

Lo stillicidio quotidiano di notizie di continui femminicidi merita riflessioni e misure correttive. Si tratta di una sorta di pandemia che dilaga da anni nel nostro Paese. Si è parlato di sociologia, antropologia etnologica, di patriarcato ma le chiacchiere continuano e i delitti aumentano. Ora le leggi ci sono, non è più come una volta. C’è il “codice Rosso” che dà la possibilità di prevenire, che è la cosa più importante. Ma il problema è proprio questo.

LEGGI ANCHE: Giorgia Meloni, bene la tassa sulle banche. Male l'Albania

Il meccanismo è inceppato proprio nel punto più importante: la prevenzione. Le donne in difficoltà segnalano, vanno in Commissariato dalla Polizia, dai Carabinieri ed esprimono la loro preoccupazione. Ma a queste denunce molte, troppe volte non seguono misure concrete che mettano in sicurezza la donna minacciata. E non serve nascondersi dietro una foglia di fico per pudore o per paura di dire la verità. Molte volte le Istituzioni non sono all’altezza di prendere le misure preventive necessarie. E lasciamo perdere la magistrata donna che ha addirittura espresso il suo compiacimento per il “fisicaccio” dell’assassino di Rovereto.

LEGGI ANCHE: Salario minimo, Conte: governo fomenta il disastro sociale

La Polizia e i Carabinieri molte volte non intervengono perché sottovalutano i segnali. Pensano che si tratti di dinamiche di coppia, di normali contrasti e lasciano correre magari con qualche consiglio paternalistico o qualche ammiccamento di circostanza. Ma in realtà sono proprio loro che dovrebbero fare da filtro e capire se si tratta di esagerazioni oppure dietro c’è un reale pericolo di incolumità fisica. Il maschio molestante non viene quasi mai convocato e se lo è si peggiora la situazione perché poi una volta tornato a casa il pericolo aumenta. Invece va trattenuto ed occorre fargli sentire che lo Stato c’è e lo seguirà da molto vicino.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
femminicidi





in evidenza
"Vi racconto tutta la verità...". Angelica Schiatti, Morgan esce allo scoperto

L'artista accusato di revenge porn

"Vi racconto tutta la verità...". Angelica Schiatti, Morgan esce allo scoperto


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico


motori
Renault Rafale: l'auto ufficiale della presidenza della Repubblica Francese

Renault Rafale: l'auto ufficiale della presidenza della Repubblica Francese

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.