A- A+
Politica
Fisco, "con la riforma benefici per tutti". Ecco cosa cambia punto per punto

"Flat tax per i lavoratori dipendenti entro la fine della legislatura"

 

La delega fiscale è stata approvata dall'aula di Montecitoorio ed ora arriverà in Senato per l'ok finale entro la pausa estiva. Ma che cosa cambia davvero per cittadini e imprese? Affaritaliani.it lo ha chiesto ad Alberto Gusmeroli, responsabile Fisco della Lega, relatore alla delega per la riforma fiscale, commercialista e uno dei "padri" della riforma fiscale.

Quali sono i punti chiave delle delega fiscale?
"La delega consta di tre architravi principali – la semplificazione fiscale e burocratica (visto che l’Italia è fra i Paesi più complicati al mondo), il graduale abbassamento della tassazione e il riequilibrio del rapporto fra cittadino e Fisco, nell’ottica di una fiscalità non vessatoria ma di stimolo e supporto alla crescita e all’occupazione. Questa delega ha una visione chiara, netta, frutto di un progetto politico a cui gli Italiani hanno conferito un forte mandato lo scorso settembre, e di cui la Lega è protagonista assoluta. Con le proposte di legge della Lega che sono entrate nel testo abbiamo concorso in modo determinante a disegnare il Fisco del futuro, moderno, veloce, smart si dice oggi, non voglio dire amico del Contribuente ma finalmente un po’ meno nemico. Dove cittadini e imprese non sono più gravati dalla “tassa occulta” della complicazione, solo nel 2022 abbiamo avuto più di 1500 scadenze fiscali, oltre 200 nel solo mese di agosto! ma soggetti che possono dedicarsi non alla burocrazia ma al loro core-business, producendo ricchezza e trascinando così anche la crescita economica. La crescita si sostiene con misure espansive: la complicazione serve solo a tarpare le ali, e non aiuta nemmeno l’emersione del sommerso, come per cinque decenni si è invece voluto far credere nonostante l’evidenza".
 
Chi ne trarrà maggior beneficio?
"Tutti. Questa è una delega inclusiva, a 360 gradi, che contiene provvedimenti sia generali sia specifici, i cui benefici interessano tutte le fasce della popolazione, dai giovani ai meno giovani, dai dipendenti ai pensionati e ai lavoratori autonomi. Questo perché semplificando si innesca in automatico un circolo virtuoso per l’economia, i cui effetti positivi sono in grado di far ripartire i consumi. Cominciamo dal bene rifugio per eccellenza, il mattone: grazie alla Lega e al Centrodestra, nessuna nuova tassa sulla casa, nessuna riforma del Catasto, cedolare secca estesa anche alle locazioni commerciali e IMU che viene inviata direttamente dal Comune al cittadino. Basta al ginepraio di microtasse il cui costo di gestione è superiore a quanto fruttano all’Erario, abolita l’IRAP (che, voglio ricordarlo, è una tassa sulle perdite, nell’Italia della complicazione furiosa è successo anche questo), nessuna scadenza ad agosto o cartella ad agosto e dicembre, graduale eliminazione degli studi di settore/ISA. E poi l’emendamento della Lega che consente la rateizzazione del maxi-acconto di novembre da gennaio a giugno dell’anno successivo, una battaglia di buon senso che porto avanti dal 5 agosto del 2020 e che finalmente consentirà di pagare metà delle tasse a consuntivo, ovvero a reddito guadagnato e non in anticipo come avvenuto finora, con la contemporanea riduzione della ritenuta di acconto".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
delega fiscale alberto gusmeroli





in evidenza
"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"

Patrizia Groppelli a cuore aperto su Daniela e tradimenti

"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"


in vetrina
Da Napoli a Milano, le migliori pizze italiane: ecco dove mangiarle. La classifica

Da Napoli a Milano, le migliori pizze italiane: ecco dove mangiarle. La classifica


motori
Nuova Mercedes-AMG GT 63 PRO: prestazioni da brivido e comfort quotidiano

Nuova Mercedes-AMG GT 63 PRO: prestazioni da brivido e comfort quotidiano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.