A- A+
Politica
Meloni al fianco di von der Leyen. Ma Ursula è vittima dell’ala destra del Ppe
Ursula Von Der Leyen e Giorgia Meloni

Ursula è nemica interna nella Cdu di Manfred Weber, anche lui tedesco e leader del Partito Popolare Europeo

 

Qual è il piano di Giorgia Meloni in vista delle elezioni europee del 9 giugno 2024 e soprattutto del dopo-voto? Davvero la presidente del Consiglio vuole il bis di Ursula von der Leyen spaccando il gruppo dei Conservatori Riformisti al Parlamento europeo? Secondo quanto Affaritaliani.it ha appreso da fonti ai massimi livelli di Fratelli d'Italia, molto vicine alla premier, il punto numero uno è che la stessa Ursula ha problemi in casa. E non è detto che sarà ancora lei la candidata alla guida della Commissione.

Von der Leyen è espressione della Cdu tedesca (Unione cristiano-democratica) che in Germania è all'opposizione del governo di Olaf Scholz, socialdemocratico, quindi necessariamente è stata costretta a strizzare l'occhio alla sinistra per avere il sostegno di Berlino. Ma Ursula è nemica interna della Csu (costala bavarese della Cdu) di Manfred Weber, anche lui tedesco e leader del Partito Popolare Europeo. E quindi la partita è prima di tutto interna al Ppe e ai conservatori tedeschi, che con Weber si stanno spostando verso destra anche per fronteggiare l'avanzata di Alternative für Deutschland (partito tedesco di estrema destra). E quindi bisognerà vedere se l'attuale presidente della Commissione riuscirà a trovare l'equilibrio a casa sua (tra Weber e Scholz) per essere ancora candidata ai vertici dell'esecutivo Ue.

Giorgia Meloni attende e comunque non esclude un sostegno a Ursula anche perché - ricordano fonti di FdI - cinque anni fa ECR (il gruppo dei conservatori europei) si spaccò al contrario nel senso che i polacchi e gli ungheresi (all'epoca ancora nel Ppe) votarono per la presidente della Commissione e Fratelli d'Italia scelse il no. Quindi, semmai, non sarebbe una novità. Un precedente c'è già. Ma per sostenere l'ipotesi Ursula-bis, oltre ai problemi interni a Berlino, Meloni vuole rassicurazioni sull'allargamento verso destra del nuovo esecutivo europeo.

Quanto all'ipotesi Mario Draghi presidente della Commissione europea - spiegano sempre fonti di FdI - il fatto che a sostenerlo, come ha scritto Affaritaliani.it, sia il presidente francese Emmanuel Macron è il miglior modo per opporsi. L'inquilino dell'Eliseo, di fatto, diventa "nemico" di Draghi, proponendolo lui e non l'Italia, essendo Draghi un italiano, è il modo migliore per il governo di Centrodestra per dire no grazie. E comunque, concludono le fonti di FdI, è ancora tutto molto prematuro perché occorre attendere l'esito delle elezioni europee.

Non solo in Italia, ma capire che cosa accadrà all'Spd (Partito socialdemocratico tedesco) in Germania, al partito dello stesso Macron in Francia, e molto altro. "Alla fine i voti arrivano dal Parlamento europeo e i numeri saranno decisivi", spiegano da FdI. Bisognerà vedere anche quanto perderà la sinistra, che fine faranno i Verdi e che cosa accadrà alla destra salviniana e lepenista per ora fuori dai giochi. Molte variabili, insomma, per dire oggi che cosa accadrà. Ma Meloni non esclude l'Ursula bis, pur ri-spaccando (al contrario) ECR.

Iscriviti alla newsletter





in evidenza
Annalisa e Tananai in versione Bonnie e Clyde. Video

Arriva Storie Brevi

Annalisa e Tananai in versione Bonnie e Clyde. Video


in vetrina
Il Made in Italy protagonista a New York: al via la fiera culinaria "Fancy Food Show"

Il Made in Italy protagonista a New York: al via la fiera culinaria "Fancy Food Show"


motori
Mercedes-Benz amplia la gamma Small Van con EQT ed eCitan

Mercedes-Benz amplia la gamma Small Van con EQT ed eCitan

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.