A- A+
Politica
Migranti, Meloni: "Flussi allarmanti". Cambierà la legge Bossi-Fini
Giorgia Meloni Trento

Migranti, Meloni: "Da monitoraggio flussi dati allarmanti "

"Dopo la formazione del Governo abbiamo dovuto definire rapidamente i flussi di ingresso regolare in Italia", poi "abbiamo emanato il Dpcm che attua la programmazione per il triennio 2023-2025" e "costituito un tavolo tecnico per monitorarne l'applicazione. Ora da quel monitoraggio emergono dati allarmanti". Così la premier Giorgia Meloni durante un'informativa sull'immigrazione nel corso del Consiglio dei ministri.

"Da alcune regioni, su tutte la Campania - ha sottolineato -, abbiamo registrato un numero di domande di nulla osta al lavoro per extracomunitari, durante il click day, totalmente sproporzionato rispetto al numero dei potenziali datori di lavoro, siano essi singoli o imprese".

Meloni: "Esposto a Procura Antimafia su flussi migranti"

"Stamattina mi sono recata dal Procuratore Nazionale Antimafia e Antiterrorismo Giovanni Melillo per consegnare un esposto sui flussi di ingresso in Italia di lavoratori stranieri avvenuti negli ultimi anni avvalendosi del c.d. "Decreti Flussi". Meloni ha evidenziato come "i flussi regolari di immigrati per ragioni di lavoro vengano utilizzati come canale ulteriore di immigrazione irregolare".

LEGGI ANCHE: Migranti dall’Italia all’Albania: l’affitto di una nave costerà 13,5 mln

 Meloni: "Abbattuti del 60% gli arrivi illegali"

"L'impegno dell'intero governo" in materia di immigrazione irregolare "ha permesso fino a questo momento di abbattere del 60% gli arrivi illegali rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Un risultato possibile soprattutto grazie ai rapporti di collaborazione con i paesi del Nord Africa, Tunisia e Libia in testa".

"Correggere storture decreti flussi. Entra chi ha lavoro"

Su quanto emerso dal monitoraggio dei decreti flussi per l'ingresso dei cittadini stranieri "mentre il Governo individuera' le necessarie soluzioni per il futuro, auspico che si faccia piena luce su quanto e' avvenuto negli scorsi anni". "Con il Gruppo tecnico di lavoro noi abbiamo fatto una ricognizione solo sui due decreti flussi varati da noi, ma e' ragionevole ritenere che le stesse degenerazioni si trascinassero da anni e mi stupisce che nessuno se ne sia reso conto. Noi modificheremo i tratti operativi che hanno portato a queste storture, e lo faremo nel rispetto del principio che ispiro' la legge Bossi Fini che ha regolamentato il fenomeno in questi anni, cioe' consentire l'ingresso in Italia solo a chi e' titolare di un contratto di lavoro", ha concluso. 

Procura Napoli monitora da tempo domande flussi migranti 

Un fenomeno monitorato con attenzione, da tempo: è quanto apprende l'Ansa da fonti della procura di Napoli, guidata da Nicola Gratteri, con riferimento all'abnorme numero di domande di nulla osta al lavoro per extracomunitari, durante il click day, registrato in Campania. E' stata la premier, Giorgia Meloni, a segnalare oggi questa anomalia, consegnando anche un esposto al procuratore nazionale Antimafia, Giovanni Melillo= Meloni: correggere storture decreti flussi.Entra chi ha lavoro 

 






in evidenza
Fini-Tulliani, il matrimonio è finito: tutta colpa della casa di Montecarlo. Rumor

L'accusa di tradimento è stata la mazzata finale

Fini-Tulliani, il matrimonio è finito: tutta colpa della casa di Montecarlo. Rumor


in vetrina
G7, tutti pazzi per i panini di Ciccio 2.0: conquistata la delegazione americana

G7, tutti pazzi per i panini di Ciccio 2.0: conquistata la delegazione americana


motori
Alfa Romeo Junior VELOCE: debutto elettrico da 280 CV

Alfa Romeo Junior VELOCE: debutto elettrico da 280 CV

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.