A- A+
Politica
"Onorevole, si chiuda in cella con lui". Soumahoro visita Baby Gang: è bufera

Soumahoro da Baby Gang, il primo atto politico da leader di "Italia Plurale" crea polemiche 

Non è stato un grande esordio, almeno a giudicare alla bufera che si è scatenata sui social, il primo atto da leader di "Italia Plurale" per Aboubakar Soumahoro. Il deputato eletto con Avs e passato poi al gruppo Misto dopo lo scandalo delle coop di famiglia, ha deciso di andare a trovare in prigione Baby Gang. Il trapper condannato a 5 anni e 2 mesi in primo grado per rissa, violenza e tentata sparatoria, insieme all’amico Simba La Rue. Questa iniziativa politica - riporta Il Corriere della Sera - ha provocato sui social una valanga di critiche: "Onorevole, si chiuda dentro la cella con lui e butti la chiave".

Leggi anche: Soumahoro fonda Italia Plurale: "Partito per difendere sfruttati e umiliati"

Baby Gang lo ha ringraziato, annunciando uno sciopero della fame ("la libertà di espressione va tutelata"). Il trapper lecchese di origine marocchina, infatti, è tornato in cella a Busto Arsizio dopo aver violato i domiciliari per promuovere sui social il suo album, L’angelo del male. E ieri - prosegue Il Corriere - nel carcere, con una lettera per Baby Gang, si è presentata anche Isabella Tovaglieri, europarlamentare ricandidata con la Lega: "Qui anche per esprimere vicinanza a chi fa rispettare le regole, come il personale del carcere, a differenza di Soumahoro".






in evidenza
Affari in Rete

Politica

Affari in Rete


in vetrina
Ferrero, arriva anche il gelato Nutella: scoppia già la mania per l'ice cream

Ferrero, arriva anche il gelato Nutella: scoppia già la mania per l'ice cream


motori
Stellantis: lancia i software per una mobilità del futuro

Stellantis: lancia i software per una mobilità del futuro

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.