A- A+
Palazzi & potere
Bonaccini sfida Conte: "Diremo che la colpa è del governo"

"Diremo che la colpa è del governo, nessuno si illuda". I ministri ascoltano il governatore emiliano Stefano Bonaccini sfidare l'esecutivo. Sulla scuola, Palazzo Chigi è nel completo caos: il premier Giuseppe Conte è consapevole che il 14 settembre, per dirla sempre con le parole di Bonaccini, "nelle città rischiamo la rivolta dei genitori". E infatti, pur non presente in via precauzionale al vertice tra ministri e regioni, l'avvocato di Foggia ripete ai suoi che la mancata riapertura tra 2 settimane "è uno scenario che non esiste". Piuttosto, scrive Repubblica, la priorità è "ammortizzare l'effetto dell'epidemia dal 15 settembre. Evitare che una riapertura pasticciata delle aule, o peggio ancora insicura, possa provocare danni irreparabili". Prima ancora che sanitari, politici: "Rompere il rapporto tra il governo e il Paese".

Loading...
Commenti
    Tags:
    contebonaccinigovernoscuolaregioni
    Loading...
    i più visti
    

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuova 500 3+ 1 prezzi da 31.900 euro per la Passion

    Nuova 500 3+ 1 prezzi da 31.900 euro per la Passion


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.