A- A+
Politica
Pd, Nardella lancia la corsa di Bonaccini: "Sostegno chiaro e convinto"

Segreteria dem, il sindaco di Firenze sostiene la corsa del governatore dell'Emilia Romagna

"Ho trovato le ragioni per sostenere la candidatura di Stefano Bonaccini e far confluire idee, tempo, progetti e rapporti nel suo progetto. Un sostegno chiaro e convinto": il sindaco di Firenze, Dario Nardella, annuncia con queste parole il sostegno al governatore dell'Emilia Romagna Stefano Bonaccini, in corsa per la segreteria del Pd. Il sindaco di Firenze, in quest'ottica, non si candida quindi come segretario. L'annuncio è arrivato dal Teatro del Sale di Firenze in occasione di una conferenza stampa congiunta. 

"Il mio sostegno alla candidatura di Bonaccini è per coerenza. I nostri destini vengono dopo il lavoro necessario sulla costruzione di un nuovo progetto", ha spiegato il primo cittadino. "Il secondo motivo è portare un valore aggiunto per tenere unito il fronte dei sindaci, degli amministratori locali. Spero di tenere unito il partito intorno a un progetto, per dare una mano per una platea plurale e larga, unita e inclusiva. Ho detto che sembrava possibile una frattura e una polarizzazione, il primo elemento per evitare fratture è mettere al centro le idee e il rispetto reciproco".

Per Nardella, "non posiamo permetterci un altro congresso in cui cambiamo segretario e non il partito e non possiamo credere che basti cambiare il vertice per avere squadra collegiale. Abbiamo bisogno di leader forti ma inclusivi e un progetto di comunità".

Pd, il video della conferenza stampa congiunta al teatro del Sale a Firenze

Pd, Bonaccini: "Serve una classe dirigente nuova" 

A sua volta il governatore dell'Emilia Romagna ha specificato che il programma sarà redatto "insieme", chiamando a raccolta energie "straordinarie", anche esterna. A Nardella è stata affidata la "guida della mozione congressuale". "Partiremo il 10 da Bari per un tour in giro per l'Italia, almeno in 100 città, comuni, piazze. Non solo capoluoghi", ha poi annunciato Bonaccini. Questo perchè "bisogna cambiare classe dirigente. Non ce l'ho con nessuno, abbiamo condiviso storie, ma serve una classe dirigente nuova che deve attingere a piene mani dal territorio". 

"Io sono il candidato di me stesso, un candidato che diventa candidato di moltissimi. L'ho detto subito di non essere candidato di alcuna corrente. Il Pd va smontato rimontato, dobbiamo aver la forza di mescolare e non farci cambiare più con il cognome di qualcun'altro", ha spiegato Bonaccini.

"Chiunque vinca deve pretendere che gli altri diano una mano. Ci si toglie le magliette di schieramento e si mette la maglietta del partito. Io farò così, se non toccherà a me. Ho riletto quello che ha detto Gori, ha precisato. Dobbiamo dire che chiunque vinca staremo insieme per rafforzare il Pd. Mi auguro mai più scissioni, ne abbiamo patite anche troppe", ha spiegato ancora il governatore dell'Emilia Romagna.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
bonaccininardellapd





in evidenza
Falchi-Crippa, prima uscita pubblica Matrimonio in vista? Quell'anello...

Le foto

Falchi-Crippa, prima uscita pubblica
Matrimonio in vista? Quell'anello...


in vetrina
Crozza/Sala: "Se mi metto una cassetta delle offerte al collo raccogliamo un po’ di soldini..."

Crozza/Sala: "Se mi metto una cassetta delle offerte al collo raccogliamo un po’ di soldini..."


motori
Opel lancia il nuovo concept per la rete dei concessionari

Opel lancia il nuovo concept per la rete dei concessionari

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.