A- A+
Politica
Riforma pensioni 2023, chi potrà smettere di lavorare da gennaio. Molte novità
(foto Lapresse)

Come andare in pensione nel 2023: i dettagli


Come andare in pensione nel 2023, facciamo chiarezza grazie all'analisi del sito internet www.itinerariprevidenziali.it.

Per il 2023 è previsto un accesso anticipato alla pensione che richiede contemporaneamente un’anzianità contributiva minima di 41 anni e un’età anagrafica di almeno 62 anni (la cosiddetta Quota 103). L’assegno è riconosciuto per un valore lordo mensile non superiore a 5 volte il minimo INPS, fino al raggiungimento dei requisiti previsti dalla legge Fornero. 

Analogamente a quanto previsto per Quota 100 (62 + 38) e Quota 102 (64 + 38), la pensione non è cumulabile, fino alla maturazione dei requisiti per l’accesso alla pensione di vecchiaia, con i redditi da lavoro dipendente o autonomo, ad eccezione di quelli derivanti da lavoro autonomo occasionale, nel limite di 5.000 euro lordi annui. Rimangono inoltre in vigore la possibilità di fare domanda anche dopo il 31 dicembre 2023 pur avendo maturato i requisiti utili entro l’anno (cristallizzazione del diritto), la facoltà di utilizzare la contribuzione mista per raggiungere il requisito contributivo (con l'esclusione della contribuzione versata alle Casse dei liberi professionisti) e il regime delle finestre mobili (3 mesi per il settore privato, 6 per il pubblico impiego). 

Per chi decidesse di restare al lavoro, pur avendo maturato i requisiti per l’accesso a Quota 103, previsto invece un esonero contributivo pari al 9,19% (ex Bonus Maroni). I lavoratori dipendenti che usufruiranno dell’incentivo riceveranno direttamente in busta paga il valore della quota dei contributi previdenziali a loro carico.

Si rinnova di un anno l'Opzione Donna, seppure con alcune importanti modifiche. Le lavoratrici che maturano i requisiti entro il 31 dicembre 2022 potranno, infatti, accedere al pensionamento anticipato, a patto di accettare un assegno interamente ricalcolato con il metodo contributivo, con 60 anni di età (erano 58 o 59 a seconda dell’attività lavorativa svolta), e 35 anni di contributi. Il requisito anagrafico si riduce a 59 anni con un figlio e a 58 anni per due o più figli. 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
come andare in pensione 2023pensioni riforma 2023quota 103





in evidenza
Annalisa tra record e un sogno: "Non ho più vent'anni e vorrei..."

La confessione intima

Annalisa tra record e un sogno: "Non ho più vent'anni e vorrei..."


in vetrina
Amazon, le mini case arrivano in Italia: possono costare meno di una macchina

Amazon, le mini case arrivano in Italia: possono costare meno di una macchina


motori
Toyota e WEmbrace Games: uniti per l'inclusione nello sport

Toyota e WEmbrace Games: uniti per l'inclusione nello sport

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.