A- A+
Politica
Primarie Pd, Bonaccini e Schlein uniti sull'Ucraina ma non sui diritti. Ecco chi ha vinto il confronto tv

Primarie Pd, il confronto tv tra Stefano Bonaccini ed Elly Schlein

Stefano Bonaccini l'esperienza. Elly Schlein il cambiamento. La partenza è morbida, senza troppi strappi, con i duellanti a ribadire le rispettive vocazioni. Per Schlein, dopo le sconfitte, “è il tempo dell’umiltà e dell’ascolto” a cominciare da chi sta pagando gli anni delle crisi: "Il Pd credo si debba basare sulla sfida della lotta alle diseguaglianze, alla precarietà, all’emergenza climatica. Oggi è il momento di ricostruire una casa a chi in questi anni si è sentito orfano di una sinistra nuova”, spiega.

Mirabelli: “Sto con Elly Schlein.Pd? serve discontinuità radicale

Bonaccini rivendica subito la sua lunga esperienza alla guida del Pd in Emilia-Romagna e come amministratore: “Credo di avere accumulato l’esperienza giusta per guidare il Pd. Credo di poter garantire l’unità del partito dopo le risse e penso di poter avere un programma per l’Italia perché l’obiettivo primario è riportare la sinistra alla guida del Paese. Serve un nuovo gruppo dirigente che torni dove la gente studia, lavora, si diverte". Segue il duetto sull’importanza di portare le persone a votare alle primarie.

Primarie circoli Pd, vince Bonaccini: Schlein seconda a Roma e Milano

L’asticella, per entrambi, è il milione di votanti ai gazebo: un obiettivo fin troppo alla portata, se si considera che l’ultima volta, quando si elesse Zingaretti, votarono un milione e seicentomila persone. Simile l’approccio anche sulla guerra in Ucraina: Elly Schlein non ha dubbi nel dire che è stato giusto sostenere Kiev con ogni mezzo, ma aggiunge che al sostegno militare va fatto seguire l’impegno per l’apertura di una conferenza di pace: "Credo sia stato giusto sostenere in ogni forma il popolo ucraino a difendersi da una aggressione. Ma non possiamo aspettare che cada l’ultimo fucile per mobilitarci e creare le condizioni per una conferenza internazionale di pace. Credo che non dobbiamo mai smettere perché non c’è sinistra senza un impegno per la pace. Non credo che la guerra si risolva con le armi”.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
bonaccinidirittilavoroprimarie pdschlein





in evidenza
Affari in Rete

MediaTech

Affari in Rete


in vetrina
Sorpresa a Sky: Federica Masolin lascia la Formula 1

Sorpresa a Sky: Federica Masolin lascia la Formula 1


motori
CUPRA Born VZ 2024: innovazione e prestazioni nel nuovo modello elettrico

CUPRA Born VZ 2024: innovazione e prestazioni nel nuovo modello elettrico

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.