A- A+
Politica
Strage Bologna e caso De Angelis, il diritto al dubbio è legittimo. Commento
Commemorazione della strage di Bologna. Foto Lapresse

Strage Bologna e il caso De Angelis, il commento di Cicchitto 

"L’ultima novità è che ci stanno sentenze che possono essere fatte a pezzi come tutte quelle che hanno ridicolizzato il teorema sulla trattativa stato-mafia e un’altra - quella di Bologna- che non può essere sfiorata perché si diventa ipso facto nazifascisti o come minimo amici e complici dei NAR.

Siccome su Ustica e Bologna  dimentichiamo quello che hanno scritto in molti  - da Zamberletti a Guzzanti a Tricarico a Echaurren ai documentati saggi del prof. Salvatore Sechi e l’appello firmato da molti personaggi di estrema sinistra “e se fossero innocenti?” ribadiamo il diritto al dubbio confermato dal fatto che a nostro avviso fra gli anni 69 74 segnati da una terribile strategia della tensione messa in atto dalla Cia dall'ufficio affari riservati dai nazisti Freda e Ventura, dal prefetto di Milano e dal questore Guida, che volevano destabilizzare per ristabilizzare e il 1980 quando la situazione è stata stabilizzata dalla vittoria del preambolo nella DC e di Craxi nel Psi dal loro incontro dialettico ma forte.

Invece il quadro del Mediterraneo era del tutto in subbuglio da Gheddafi per Malta ai palestinesi bisogna andarsi a rileggere quello che disse Parisi. Con il che non pretendiamo di dire una verità rivelata ma riaffermare il nostro diritto al dubbio nei confronti di tutti anche nei confronti di chi vuole schiacciare l’attuale governo sullo stragismo, governo rispetto al quale noi ci sentiamo all’ opposizione ma per altre ragioni”.

*Presidente di ReL Riformismo e Libertà 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
de angelisstrage bologna





in evidenza
Branchetti scalda l'estate di Canale 5. Monica Maggioni nel prime time di Rai3

Talk e programmi d'informazione, novità e debutti a sorpresa

Branchetti scalda l'estate di Canale 5. Monica Maggioni nel prime time di Rai3


in vetrina
Carrefour si conferma azienda inclusiva: premiata per la parità di genere

Carrefour si conferma azienda inclusiva: premiata per la parità di genere


motori
Nuova MINI Cooper 5 Porte: innovazione e stile in dimensioni compatte

Nuova MINI Cooper 5 Porte: innovazione e stile in dimensioni compatte

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.