A- A+
Sport
Moratti contro Berlusconi, Cremonese-Monza e super serie B? Un sogno...
Massimo Moratti (Lapresse)

Il Monza di Berlusconi manca la promozione in serie A e di colpo svanisce un sogno (almeno per il prossimo anno): il derby del cuore contro il Milan, la squadra che ha guidato per trent'anni portandola più volte in cima all'Europa e al mondo (assieme ad Adriano Galliani). I tifosi nostalgici del calcio che fu, quello dei patron italiani innamorati del pallone e dei grandi talenti (da Gullit a Van Basten e Savicevic, da Ronaldo il Fenomeno a Bobo Vieri e il Chino Recoba), un sogno di riserva ce l'avrebbero: rivedere Silvio contro il suo amico Massimo Moratti.

Ecco, anche quello sarebbe un derby spettacolare, amarcord emozionante, rievocando i tempi d'oro in cui San Siro era il teatro di epiche sfide Milan-Inter in cui ci si giocava lo scudetto (o la Champions League...) e Milano la capitale mondiale del football, grazie al duo Berlusconi-Moratti.

Una voce racconterebbe a dire il vero dell'ex patron nerazzurro accostato alla Cremonese (che ha nel milanista, Ariedo Braida il suo dg): uscì più o meno un anno fa (e trapelò una secca smentita). Nei giorni scorsi patron Arvedi ha aperto alla possibilità di passare la mano ("La Proprietà della USC è disponibile a fare un passo indietro nel caso in cui qualcuno, e sarebbe il benvenuto, si facesse avanti con un programma finanziario e operativo tale da dare certezza e futuro alla nostra tanto amata Cremo") e i tifosi grigiorossi hanno ripreso a sognare: e se Massimo Moratti si facesse avanti?

Ecco, così potrebbe andare in scena uno scontro romantico con il Monza di Silvio in un campionato di serie B 2021/2022 che si annuncia emozionante e pieno di grandi piazze: una serie A2, verrebbe da dire (per la felicità di Sky che si è aggiudicata i diritti tv).

Stando a quanto raccolto da Affaritaliani.it, al momento però questa resta una (affascinante) suggestione. La realtà racconta di un Massimo Moratti che ha lasciato l'Inter e un calcio meno romantico e sempre più stressato dal business (vedi il recente caos Superlega), ormai consegnatosi a multinazionali, fondi e magnati stranieri da qualche anno: l'idea di rivederlo in questo mondo del pallone oggi è complicata.

"Ma quanto sarebbe bello...", pensano a Cremona. In fondo, sognare non costa nulla.

Commenti
    Tags:
    moratti cremonesemassimo moratticremoneseberlusconi monza




    in evidenza
    La vendetta di Taylor Swift in un brano: "revenge song" contro il suo ex

    L'attacco a Fernando Alonso

    La vendetta di Taylor Swift in un brano: "revenge song" contro il suo ex

    
    in vetrina
    Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid

    Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid


    motori
    Opel celebra 125 anni dalla nascita della produzione industriale dell’ auto

    Opel celebra 125 anni dalla nascita della produzione industriale dell’ auto

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.