A- A+
Sport
Superlega, la Uefa non molla: sanzioni in arrivo per Juve, Real e Barcellona
Alexander Ceferin e Andrea Agnelli: da amici a nemici, per colpa della Superlega (foto: LaPresse)

Nonostante la battuta d’arresto segnata dalla Corte di Giustizia svizzera, che ha parlato dell’impossibilità di sanzionare Juventus, Barcellona e Real Madrid, la Uefa è determinata ad usare il pugno di ferro contro le tre società ribelli. 

Il quadro delle possibili sanzioni è molto ampio: si va dalla multa all’esclusione dalla Champions League, anche per più stagioni, che è l’obiettivo del Presidente Aleksander Ceferin, furibondo con il suo ex amico Andrea Agnelli e più in generale con gli artefici della clamorosa rottura.

La spada di Damocle pende ormai da un po’ sulla testa dei club, ma quando si arriverà a una decisione definitiva? I tempi ormai stringono: certamente non si potrà andare oltre il mese di luglio, visto che il 2 agosto ci saranno i sorteggi della neonata Conference League e per allora il quadro delle partecipanti a ogni singola coppa europea dovrà essere definito.

Sono quindi ore decisive per il futuro di Juve, Real e Barça, anche perché dalla Spagna vengono confermate le anticipazioni di affaritaliani.it: Ceferin vorrebbe comminare una sanzione esemplare prima dell’inizio degli Europei, che partono venerdì 11 giugno a Roma con la sfida tra Italia e Turchia.

LO SPECIALE EUROPEI DI AFFARITALIANI.IT

Perché andare così di fretta? I motivi sono due: da un lato colpire i ribelli alla vigilia dell’inizio del torneo darebbe ulteriore rilievo mediatico a questa già clamorosa vicenda, inoltre bisogna mettere in cantiere tempi lunghi, perché certamente tutte le società interessate venderebbero cara la pelle attraverso ricorsi a tutti i livelli, fino al TAS di Losanna, allungando così i tempi della decisione definitiva.

Per questo Ceferin sta premendo sulla Commissione Disciplinare, Etica e di Controllo, alla quale spetta la decisione. Formata da dieci persone, la Commissione è presieduta dall’austriaco Thomas Partl, coadiuvato da due vicepresidenti, l’ungherese Sándor Berzi, e il danese, Jim Stjerne Hansen. Nelle loro mani c’è una decisione decisamente delicata, per le ripercussioni che potrebbe avere sul futuro di tre dei club più popolari al mondo e del calcio in generale, che già attraversa un momento di particolare difficoltà.
 

Commenti
    Tags:
    superlegauefajuvereal madridbarcellonaceferin




    in evidenza
    La sua prima volta senza la Formula 1? Cos'ha fatto la star di Sky Sport

    Nostalgia Masolin

    La sua prima volta senza la Formula 1? Cos'ha fatto la star di Sky Sport

    
    in vetrina
    Dal “quanto mi armi” di Zelensky a Salvini come Geolier: i meme più divertenti

    Dal “quanto mi armi” di Zelensky a Salvini come Geolier: i meme più divertenti


    motori
    Škoda Enyaq 2024: potenza, ricarica rapida, autonomia estesa, eco-friendly

    Škoda Enyaq 2024: potenza, ricarica rapida, autonomia estesa, eco-friendly

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.