A- A+
Diciamocelo: prospettive Pop
Finanza creativa, è davvero scomparsa? Il rischio c'è ancora

Vi ricordate Lehman Brothers? E’ un triste passato? No, può accadere di nuovo. Leggo sui  quotidiani di questi giorni che: “UNICREDIT,  ripulita,  pensa alle nozze”. Il taglio dei costi (riduzione personale, filiali etc.) e dell’Npl (non performing loans ovvero crediti inesigibili e incagliati ceduti a terze strutture) abbinato all’aumento di capitale (sottoscritto da chi?) rendono più semplice una fusione per creare un colosso europeo!In questi ultimi 10 anni (tanto è passato da Lehman Brothers) il debito privato è incredibilmente aumentato; in molti Paesi (non in Italia, che fino al 2016 era il migliore in Europa da 10.001 USD a 25.000 USD) è arrivato anche a superare il PIL (Prodotto Interno Lordo che è il valore della produzione  al lordo degli ammortamenti, ovvero al naturale deprezzamento dello stock di capitale fisico intervenuto nel periodo) e parallelamente lo sviluppo degli attivi finanziari (il guadagno sul debito ma non il “ripagamento” dello stesso).

Non di meno, l’innovazione tecnologica che ha modificato frammentando il “trading” (operazioni finanziarie borsistiche) portandole anche fuori dalle Borse in mercati che così sono meno vigilati.

Tutto questo ha prodotto una spasmodica crescita di nuovi prodotti finanziari che debbono essere sempre un passo avanti alle norme anche per aggirare le regole pur rimanendo nella “legalità” del sistema. Bene, quali sono i controlli?

Facciamo un piccolo raffronto: 250 miliardi di dollari è il limite di attivi che impone l’esame annuale della Fed (Federal Reserve System) attraverso gli stress test, mentre 50 erano i miliardi di dollari che Lehman riusciva a spostare fuori dal bilancio per il “lifting finanziario”. Ricordiamoci pure che sempre in prossimità della pubblicazione dell’andamento trimestrale, la Lehman operava l’aggiustamento delle perdite con l’emissione di contratti ”pronti contro termine”(in pratica cedi obbligazioni a garanzia di un prestito che poi ripaghi facendo l’operazione di segno inverso). Questo è quanto accaduto a MPS, ovviamente con le debite proporzioni.

Appare evidente che la natura “liquida” dell’innovazione finanziaria aggira la regolazione puntuale dei contratti finanziari; inoltre il minor pagamento del personale occupato a ricercare di inventare nuovi prodotti sono i due fattori che mantengono in essere il rischio di chock dai mercati finanziari che successivamente si trasmettono all’economia reale. Inutile ribadire che i grandi accorpamenti bancari determinano in questa situazione un’aggravante al rischio e di certo non viene fatto casualmente per avere più patrimonio e meno redditività.

Commenti
    Tags:
    finanza creativalehman brothers
    Loading...
    Loading...
    i più visti
    

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    L 'Abarth 1000 SP degli anni sessanta rinasce sotto forma di una one-off

    L 'Abarth 1000 SP degli anni sessanta rinasce sotto forma di una one-off


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.