A- A+
Coronavirus
Covid: Rt Italia in calo a 0,68. Da lunedì altre 4 regioni in zona bianca
(Lapresse)

Covid: Rt Italia ancora in calo a 0,68

Ancora in calo, per la quarta settimana consecutiva, l'indice di contagio Rt in Italia. Nell'ultima settimana di monitoraggio si assesta a 0,68, contro lo 0,72 della settimana precedente. E' quanto emerge dall'analisi della Cabina di regia riunita questa mattina. L'incidenza nazionale a ieri era a 32 casi settimanali per centomila abitanti. 

Covid, ordinanza Speranza: "Altre 4 regioni bianche da lunedì 7 giugno"

Quattro regioni passano in zona bianca (dove cambiano le regole a tavola nei ristoranti) dopo le 3 - Sardegna, Molise e Friuli-Venezia Giulia - che hanno cambiato colore a inizio settimana. Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia, firmerà in giornata una nuova ordinanza che andrà in vigore a partire dal 7 giugno. Abruzzo, Liguria, Umbria e Veneto passano in zona bianca.

Fontana: "Lombardia verso il bianco dal 14 giugno"

"Se le cose vanno in questo modo dal 14 giugno la Lombardia sarà 'zona bianca'". Lo afferma il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana ospite a SkyTg24. "Abbiamo un tasso di incidenza che e' a 31 su 100mila abitanti, con una riduzione dei posti occupati negli ospedali e in rianimazione - spiega Fontana -. Sono tutti i dati che confermano che in questo momento saremmo in zona bianca e se proseguiamo in questa direzione saremo in zona bianca.

ISS, Brusaferro: "Netto calo dei contagi e dei ricoveri tra vaccinati"

"Una netta decrescita dei casi tra i vaccinati. Lo stesso per l’ospedalizzazione, così come per la terapia intensiva e per i decessi. L’impatto del vaccino rispetto sia all’infezione sia ai ricoveri e ai decessi è estremamente significativo, quindi le vaccinazioni sono protettive". Così il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, al punto stampa al ministero sull’analisi dei dati settimanali, presentando una nuovo report dell'Iss sull'impatto dei vaccini. 

"Seconda metà di giugno Italia in bianco"

Continua Brusaferro (ISS): "Ormai tutte le regioni tranne una (la Val d'Aosta, ndr) hanno un'incidenza sotto la soglia di 50 casi per centomila abitanti. Se la tendenza va in questa direzione con l’incidenza ci troveremo nella seconda metà di giugno con quasi tutta l’Italia in zona bianca". 

GUARDA IL VIDEO DELLA DIRETTA

"Via le mascherine? Con una quota più alta di vaccinati"

"Togliere l'obbligo di mascherina all'aperto? E' una cosa che andrà valutata nel tempo in base all'andamento dell'epidemia e della campagna vaccinale. Più larga è la fascia di popolazione protetta, minore è la possibilità di incontrare persone a cui trasmettere l’infezione. Si deve vaccinare quante più fasce possibili, il ritmo di vaccinazioni consente nelle prossime settimane di raggiungere quote percentuali sempre più alte. Fare questo vuol dire che una persona positiva ha sempre meno possibilità di trovare persone suscettibili attorno a lui, e questo consentirà di allentare misure di protezione come le mascherine anche in contesti con molte persone". Così Silvio Brusaferro ha ribadito l’obiettivo di "arrivare a luglio con la più alta percentuale possibile di popolazione vaccinata".

Rezza: "Probabilità di recrudescenza bassa ma è necessaria prudenza"

Secondo Gianni Rezza, direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute, intervenuto alla conferenza stampa sull’analisi dei dati del Monitoraggio Regionale Covid della Cabina di Regia, la probabilità di recrudescenza “è bassa ma è giusto continuare a mantenere una certa prudenza". "Primo - spiega - perché abbiamo visto quello che sta succedendo nel Regno Unito dove la variante indiana sembra avere una trasmissibilità maggiore rispetto a quella inglese. E poi perché se cambiassimo” atteggiamento si “creerebbero le condizioni” per far ripartire il contagio”. Per Rezza “possiamo guardare con un certo ottimismo alla situazione attuale e a quella futura dell'estate, ma dobbiamo essere attenti, come sanità pubblica, nel monitorare l'andamento dell'epidemia e occorre sempre prendere qualche piccola precauzione anche a livello individuale”. 

Francia, Europei vaccinati potranno entrare senza test

Dal 9 giugno tutti i cittadini europei vaccinati contro il Covid-19 con uno dei sieri autorizzati dall'Ema (Pfizer, Moderna, AstraZeneca e Janssen) potranno entrare in Francia senza che sia necessario presentare all'arrivo il risultato negativo di un tampone molecolare. Lo riferisce l'emittente 'Bfmtv' citando fonti concordanti. Il segretario di Stato al Turismo, Jean-Baptiste Lemoyne, ha precisato che questo provvedimento verrà esteso anche ai cittadini provenienti da Israele, Australia e Giappone. 

Commenti
    Tags:
    covidcovid rtrt italiacovid rt italiazona biancaregioni zona bianca
    in evidenza
    Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

    verso un mondo più sostenibile

    Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

    i più visti
    in vetrina
    Claudia Romani attaccante di sfondamento: 4 gol (foto da urlo!) per l'Italia

    Claudia Romani attaccante di sfondamento: 4 gol (foto da urlo!) per l'Italia


    casa, immobiliare
    motori
    Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio

    Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.