A- A+
Coronavirus
Vaccini, 46.237 reazioni avverse su 9mln dosi: 92,7% non gravi, 81% da Pfizer
Advertisement

Nel periodo che va dal 27 dicembre 2020 al 26 marzo 2021, l'Aifa ha registrato 46.237 segnalazioni di possibili reazioni avverse su un totale di 9.068.349 dosi somministrate dei tre vaccini (Moderna, Pfizer e AstraZeneca).

Nel 92,7% dei casi si tratta di eventi non gravi, che si risolvono completamente, come dolore in sede di iniezione, febbre, astenia/stanchezza, dolori muscolari. Le segnalazioni gravi sono solo il 7,1% del totale (36 ogni 100mila). Sono questi i dati emersi dal terzo rapporto Aifa sulla sorveglianza dei vaccini anti-Covid. 

La maggior parte delle segnalazioni sono relative al vaccino Comirnaty di Pfizer/BioNTech (81%), finora il piu' utilizzato nella campagna vaccinale (68% delle dosi somministrate), con un aumento delle segnalazioni per il Vaxzevria di AstraZeneca (17%) a seguito dell'incremento dell'uso di questo vaccino (27% delle dosi somministrate). Le segnalazioni relative a quello di Moderna rappresentano invece il 2% del totale e sono proporzionali al numero piu' limitato di dosi somministrate (5%). Gli eventi segnalati insorgono prevalentemente lo stesso giorno della vaccinazione o il giorno successivo (87% dei casi). Per tutti i vaccini gli eventi avversi piu' segnalati sono febbre, cefalea, dolori muscolari/articolari, dolore in sede di iniezione, brividi e nausea, in linea con le informazioni note sui vaccini finora utilizzati in Italia.

Nell'arco di tre mesi, dal 27 dicembre 2020 al 26 marzo 2021, in Italia sono stati segnalati 100 casi di decesso correlati temporalmente alle vaccinazioni anti-Covid con uno dei tre vaccini finora disponibili, ovvero quelli di Pfizer, Moderna e AstraZeneca. Solo per uno di questi casi e' stata pero' al momento provata una correlazione diretta con l'immunizzazione. Il nuovo bilancio arriva dal terzo Rapporto di farmacovigilanza sui vaccini COVID-19 dell'Agenzia italiana del farmaco (Aifa). In questo arco temporale, sono 76 i decessi segnalati dopo la vaccinazione con Pfizer, 12 con il vaccino Moderna e 12 con quello AstraZeneca. Il tasso generale di segnalazione per i decessi e' pari a 1,1 casi ogni 100mila dosi di vaccino somministrate. In particolare, per il vaccino Pfizer-Comirnaty e' pari a 1,1 su 100mila dosi, per Moderna e' di 2,8 e per il vaccino Vaxzevria di AstraZeneca e' pari a 0,7.

La distribuzione per tipologia di vaccino, chiarisce l'Aifa, "dipende in parte dal diverso numero di dosi somministrate per i vari vaccini nelle varie fasce d'eta'". Le valutazioni dettagliate dei casi, avverte inoltre l'Agenzia del farmaco, "suggeriscono l'assenza di responsabilita' del vaccino nella maggior parte di questi, in quanto si tratta spesso di soggetti con patologie intercorrenti o pregresse. Di conseguenza, sia la valutazione della causa di morte che l'attribuzione del nesso di causalita' risultano complesse".

 

 

Commenti
    Tags:
    aifasegnalazionivaccinocovid
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Mia Ceran ci guida alla scoperta del fenomeno Podcast

    Il suo "The Essential" in esclusiva su Spotify

    Mia Ceran ci guida alla scoperta del fenomeno Podcast

    i più visti
    in vetrina
    Naomi Campbell mamma a sorpresa a 51 anni: "Non c'è amore più grande"

    Naomi Campbell mamma a sorpresa a 51 anni: "Non c'è amore più grande"


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Presentata l'Alfa Romeo Giulia per l'Arma dei Carabinieri

    Presentata l'Alfa Romeo Giulia per l'Arma dei Carabinieri


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.