A- A+
Royal Family News
Harry-Meghan fanno cassa col docufilm: ennesimo colpo basso a William e Kate
Harry & Meghan

Harry-Meghan, nuova puntata del degrado della monarchia britannica: che cosa  è successo 

E meno male che la regina Elisabetta non c’è più che se no si sarebbe fatta ulteriore sangue amaro ad assistere all’ennesima puntata del degrado della monarchia britannica. Infatti Harry & Meghan stanno facendo propaganda alla loro mini- serie su Netflix -evidentemente devono fare cassa per le feste di Natale- e così non hanno trovato di meglio che spiattellare i reali cetrioli al mondo intero.

Nel docufilm i duchi del Sussex ripercorrono la loro vita, dal matrimonio del 2018 alla fuga da Londra a New York per incompatibilità con Buckingham Palace. Il principino, in un video di presentazione, dice: "C’è stata una guerra contro Meghan per assecondare i piani di altri. È una questione di odio, di razza”.

E poi ancora: “C’è una gerarchia di famiglia: alcune storie trapelano, ma altre sono inventate. È un gioco sporco, il dolore delle donne che entrano in questa istituzione con il matrimonio, questa frenesia alimentare». Ovviamente la “donna” di cui parla è la madre. E poi il colpaccio, mentre scorrono le immagini di Diana: “Non volevo che tutto si ripetesse”.

Harry-Meghan, tutto quello che non torna sul secondogenito di Carlo 

Certo che ce ne vuole per paragonare la sgallettata Meghan Markle -ora in Windsor- con Diana ma tant’è. Ricordiamo che la Markle è nata in un quartiere degradato di Los Angeles e ha la madre di colore –da cui le accuse di razzismo del marito alla famiglia reale che l’avrebbe oltraggiata per il colore scuro della pelle. Considerata una arrampicatrice sociale, ha svolto bene il suo compito riuscendo a scalare il ramo reale anche se non è riuscita a raggiungere la vetta, perché il futuro re, il Tywysog Cymru, ovvero William Windsor, era già occupato con Kate Middleton, che è stata più veloce di lei. Pazienza, si sarà detta l’ex attrice, accontentiamoci di quello che passa il (ricco) convento.

Il tempismo della uscita è stato perfetto: infatti proprio in questi giorni Kate e William sono in giro per gli USA nel loro primo tour ufficiale quando l’altra coppia ha creduto bene di provocare il massimo effetto mediatico proprio in quel momento.

Il punto è che Harry non è affatto la brava persona che vuole far intendere, ora addirittura riconvertito ai diritti delle donne e a #Metoo e contro il razzismo. A tal proposito è interessante ricordare un episodio inquietante del 2005 quando Harry andò ad un party con tema “coloniali e nativi”, indossando una sgargiante divisa nazista. Lo scandalo fu enorme, anche perché la Gran Bretagna ha pagato un prezzo altissimo nella Seconda Guerra mondiale e la dabbenaggine provocatoria di Harry fece infuriare la regina Elisabetta e i sudditi.

Nel 2009, sempre lui, girò un video in cui definiva un suo compagno d’armi “paki” e un altro “raghead”, cioè “inturbantato” o “ricoperto di stracci”, due evidenti epiteti razzisti, a causa del colore scuro della pelle. Nuovo scandalo e nuova real incazzatura con conseguenti reali scuse. Ma il ragazzo non è tipo da demordere facilmente.

Nel 2012 Harry fu fotografato completamente nudo a Las Vegas e il seguitissimo quotidiano britannico The Sun pubblicò la fotografia che destò grandissimo imbarazzo alla regina, che aveva fatto di tutto per impedirne la pubblicazione (quando si dice la democrazia). Ora quindi sentirlo parlare “di razzismo” nei confronti della moglie fa accendere un sorriso sulle labbra, ma questa volta pare che la real famiglia se la sia legata al regal dito e gliela voglia far pagare.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
harry meghanroyal family





in evidenza
Il "Gioco dell'oca" diventa leghista C'è la casella Stop utero in affitto

Europee/ L'idea di Lancini

Il "Gioco dell'oca" diventa leghista
C'è la casella Stop utero in affitto


in vetrina
Meteo, in arrivo un intenso peggioramento. Pioggia e freddo: ecco dove

Meteo, in arrivo un intenso peggioramento. Pioggia e freddo: ecco dove


motori
Vespa World Days 2024: oltre 30mila vespisti convergono a Pontedera

Vespa World Days 2024: oltre 30mila vespisti convergono a Pontedera

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.