A- A+
Cronache
Chi è Stefano Tacconi: paura per l'ex portiere della Juve che non migliora
Stefano Tacconi all'inaugurazione del museo della Juventus (IPA)

Ancora paura per Stefano Tacconi, ricoverato ad Alessandria

Condizioni gravi, ma stazionarie. Non migliora Stefano Tacconi, ex portiere della Juventus, ricoverato da sabato in seguito a un malore. L'ex calciatore, che oggi ha 64 anni, si trovava nell'astigiano dove aveva partecipato a una cena benefica a favore del comitato locale della Croce Rossa Italiana. Dopo i primi sintromi, è stato portato al pronto soccorso del Cardinal Massaià, ad Asti, e poi nel più attrezzato reparto di neurochirurgia dell'ospedale di Alessandra. “Riprenditi Papi, sei un leone, vincerai anche questa battaglia”, ha scritto su Instagram il figlio Andrea, che avrebbe trascorso con lui in discoteca la nottata precedente al malore.

Chi è Stefano Tacconi, ex Juventus e nazionale azzurra

Nato a Perugia il 13 maggio 1957, Stefano Tacconi è stato uno dei più forti portieri nel calcio degli anni Ottanta. Per sua sfortuna, ha convissuto con Walter Zenga, numero 1 dell'Inter che era considerato tra i migliori del mondo e del quale è stato a lungo riserva nella nazionale azzurra. Tacconi era il secondo portiere anche ai mondiali di Italia '90, quando la nazionale di Azeglio Vicini venne sconfitta in semifinale dall'Argentina di Diego Maradona, proprio dopo una “papera” di Zenga, che fino ad allora non aveva subito nemmeno un gol. Dalla sua, Tacconi può vantare un palmarès a livello di club migliore non solo di quello di Zenga, ma di chiunque altro: è l'unico portiere della storia del calcio ad aver vinto tutte le coppe disponibili, ovvero Coppa Intercontinentale (1985), Coppa dei Campioni (1985), Coppa delle Coppe (1984), Coppa Uefa (1990), Coppa Italia (1990), più due Scudetti (1984 e 1986).

 

 

IPA IPA82932 prStefano Tacconi ai tempi della nazionale (IPA)
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Da Avellino a Torino, per diventare erede di Dino Zoff

Stefano Tacconi è arrivato alla Juventus nel 1983, per sostituire il mitico Dino Zoff, che aveva lasciato il calcio. Nello stesso momento, i bianconeri hanno acquistato dalla stessa squadra, l'Avellino, anche Beniamino Vignola, scelto per rimpiazzare un'altra leggenda come Roberto Bettega, trasferitosi in Canada per l'ultima parte della sua carriera. I due ex irpini hanno debuttato con una storica doppietta, portando la Juve a vincere campionato e Coppa delle Coppe nella stagione 1983/84. Cresciuto nelle giovanili dello Spoleto e poi dell'Inter, Tacconi aveva difeso anche la porta di Livorno e Sambenedettese, dove ebbe come preparatore il celeberrimo Piero Persico, scopritore anche di Walter Zenga, nonché di Franco Tancredi e diversi altri grandi portieri. Dopo tre anni ad Avellino, ha giocato nella Juve dal 1983 al 1992, diventandone il capitano. In nazionale, ha totalizzato solo sette presenze. Ha però giocato da titolare alle Olimpiadi Seul 1988, dove gli azzurri subirono una storica sconfitta contro lo Zambia (0-4). Il suo ciclo in bianconero gli ha permesso di conquistare il 140º posto nella classifica dei migliori portieri del secolo, redatta dell'istituto di storia e statistica del calcio (IFFHS).

Il diploma da cuoco, la politica, la moglie Laura Speranza e la tv

Dopo le ultime due stagioni nel Genoa, Tacconi ha preso il diploma da cuoco ed è diventato imprenditore nel campo della ristorazione, oltre a lavorare in televisione e a tentare l'avventura politica candidandosi alle elezioni europee del 1999 con Alleanza Nazionale, ma senza venire eletto. Non venne eletto nemmeno nel 2006, quando si candidò consigliere comunale a Milano, sempre con Alleanza Nazionale. Nel 2008 è brevemente tornato al calcio, seppure dilettantistico. Ultracinquantenne ha giocato nell'Arquata del Tronto, nel campionato di Prima Categoria delle Marche: per la prima volta nella sua storia, la squadra è salita in Promozione. Stefano Tacconi è sposato in seconde nozze con l'ex modella Laura Speranza, dalla quale ha avuto quattro figli: Andrea, Virginia, Alberto e Vittoria.

 

stranamoreStefano e Laura Tacconi a "Stranamore" (IPA)
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Leggi anche: 

Governo, Salvini rilancia la pace fiscale su Affaritaliani.it. Il piano

Sondaggio, la Lega sorpassa Fratelli d'Italia. Tra i leader... Le tabelle

Bankitalia e Confindustria divise dalla guerra in Ucraina

Capotreno fa troppe multe. Licenziato. La Cassazione gli ridà il posto

Sara Manfuso e Virginia Saba insieme. Moglie del piddino e compagna di Di Maio

La Rai dà 50 mila euro al mese a Marco Damilano. Ed è bufera

Marcia della pace di Assisi, l'esibizione dei tamburi a Ponte San Giovanni. VIDEO

Manager, da Havas Milan a Tim: tutti i nuovi cambi di poltrona

Decarbonizzazione, Ovs accelera: taglio del 46% di CO2 nel 2030

Italian Taste Summit: enologia e neuromarketing per l'export

Frecciarossa per Scuderia Ferrari: l’eccellenza italiana viaggia veloce

Commenti
    Tags:
    juvejuventusstefano tacconi
    Iscriviti al nostro canale WhatsApp





    in evidenza
    Falchi-Crippa, prima uscita pubblica Matrimonio in vista? Quell'anello...

    Le foto

    Falchi-Crippa, prima uscita pubblica
    Matrimonio in vista? Quell'anello...

    
    in vetrina
    Crozza/Sala: "Se mi metto una cassetta delle offerte al collo raccogliamo un po’ di soldini..."

    Crozza/Sala: "Se mi metto una cassetta delle offerte al collo raccogliamo un po’ di soldini..."





    motori
    Opel storiche,ci si vede a Ferrara il 14 Settembre

    Opel storiche,ci si vede a Ferrara il 14 Settembre

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.