A- A+
Cronache
Mattanza delfini Danimarca, 1.500 uccisi alle Faroe: bufera
(twitter)

Orrore alle Faroe. La tradizionale caccia annua massacra a riva in un solo giorno 1.500 delfini. Acque marine rosse e piene di carcasse, le immagini sui social fanno il giro del mondo. Cadaveri sulla battigia di Skalabotnur, nell'isola di Eysturoy, una delle 18 che compongono l'arcipelago a governo autonomo tra Islanda e Norvegia, parte del Regno di Danimarca. La caccia secolare di domenica 12 settembre è stata definita da record per un numero senza precedenti di esemplari sterminati. Una strage che ha infiammato l'ira degli ambientalisti e rinnfocolato il crescente dissenso da parte della popolazione locale, contraria alla crudele tradizione. Un mea culpa arriva anche dallo stesso presidente dell'Associazione balenieri delle isole, Olavur Sjurdarberg, che ha riconosciuto come si sia trattato di "un grande errore".

Grind o Grindadrap: la crudele pratica ai danni di balene e delfini

La pratica nota con il nome di Grind o Grindadrap consiste nel trascinare a riva i mammiferi, solitamente più balene che delfini, per massacrarli con coltelli e distribuire la loro carne alla popolazione. Secondo dati riferiti dalla Bbc, abitualmente in media vengono sgozzate circa 600 balene e 35-40 delfini, ma la battuta di caccia di quest'anno ha superato il record fissato nel 1940 di 1.200 delfini. Una mattanza ancora più terribile se messa a confronto con la famigerata caccia alle balene a Taiji, in Giappone, conosciuta come 'Cove': alle Faroe in un solo giorno sono stati uccisi più mammiferi che in una intera stagione nella nazione nipponica.

Sulla mattanza dei delfini alle Faroe è bufera

La stampa danese ha dato voce al malcontento della popolazione locale, che ha raccontato "lo shock e il senso di smarrimento causati da un numero così grande" di delfini uccisi. Secondo un sondaggio della tv pubblica Kringvarp Foroya, se il 50% delle persone è contraria alla caccia dei delfini, l'80% è invece favorevole a quella delle balene. Inoltre, il quotidiano danese Ekstra Bladet ha denunciato che difficilmente i locali vogliono e riescono a consumare un quantitativo così grande di carne di delfini, che presumibilmente finirà nella spazzatura o dovrà essere sepolta sottoterra; e ha suggerito l'entrata in vigore di un sistema di quote in ogni distretto dell'arcipelago.

Commenti
    Tags:
    mattanza delfini danimarcamattanza delfini faroe
    in evidenza
    Terence Hill lascia Don Matteo Applauso d'addio della troupe

    VIDEO

    Terence Hill lascia Don Matteo
    Applauso d'addio della troupe

    i più visti
    in vetrina
    SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

    SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico





    casa, immobiliare
    motori
    Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV

    Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.