A- A+
Cronache
Licata, "ho risolto, li ho ammazzati tutti". Strage per un campo di carciofi

Strage Licata, sterminata la famiglia del fratello per l'eredità

Angelo Tardino ha compiuto una e vera propria strage, sterminata l'intera famiglia del fratello a causa dell'eredità e dei continui litigi sulla gestione di un campo di carciofi e sul pozzo che serviva per innaffiare il terreno. Futili motivi dietro una mattanza avvenuta - si legge sul Messaggero - a casa del fratello Diego, nella campagna di contrada Safarello a Licata, (Agrigento), Angelo Tardino si è presentato alle 7 del mattino, portando con sé almeno tre armi. Probabilmente aveva già pianificato la strage. La lite, l'ennesima, per gli ettari di terreno che rappresentavano la fortuna della famiglia, è scoppiata subito. Non è trascorso molto tempo dalle urla, davanti alla porta di casa, agli spari.

Tardino, 48 anni, - prosegue il Messaggero - ha estratto una Beretta calibro 9x21 e ha aperto il fuoco contro il fratello, quattro anni più giovane di lui. Tre colpi. Poi, la furia cieca ha spinto il quarantottenne ad entrare in casa, cercando in ogni stanza il resto della famiglia. Prima la cognata Alessandra Ballacchino, 30 anni, colpita con la stessa calibro 9, poi la nipote Alessia di 15 e infine Vincenzo, il più piccolo, di 11, che deve avere capito cosa stava accadendo: il suo corpo è stato trovato sotto al letto, avvolto in una coperta. Ma per uccidere i ragazzi lo zio ha utilizzato un'altra arma. In tutto 16 colpi. «Li ho uccisi tutti. Ora mi ammazzo». È stata la moglie ad avvisare i carabinieri: «Mio marito ha ucciso mio cognato e la sua famiglia, ora vuole uccidersi. Aiutatemi». Ma il killer si era già sparato alla tempia.

LEGGI ANCHE

Casellati Presidente: mancano solo 15-20 voti. Scrutinio al cardiopalma

Fi, Berlusconi soffrirebbe di un'infezione. In ospedale non solo per controlli

Morte Liliana, "per tutti sono stato io ma la verità è vicina". Sfogo Visintin

Commenti
    Tags:
    agrigentocampo di carciofilicatamorti due bambinistrageuccide famiglia fratello
    in evidenza
    Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

    Esportazioni

    Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

    i più visti
    in vetrina
    Scatti d'Affari Intesa Sanpaolo, apre il nuovo Museo delle Gallerie d’Italia a Napoli

    Scatti d'Affari
    Intesa Sanpaolo, apre il nuovo Museo delle Gallerie d’Italia a Napoli





    casa, immobiliare
    motori
    Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina

    Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.