A- A+
Cronache
Morte Martina Rossi, i 2 colpevoli già in semilibertà e senza pagare le spese

I due colpevoli della morte di Martina Rossi in semilibertà senza pagare le spese legali

"I due giovani condannati per il tentato stupro di Martina Rossi – Alessandro Albertoni e Luca Vanneschi, originari di Castiglion Fibocchi – stanno scontando la condanna a tre anni in semilibertà: di giorno lavorano e di notte tornano a dormire in carcere". Lo scrive il Fatto Quotidiano, che spiega come invece "i due amici che li coprirono – Federico Basetti ed Enrico D’Antonio, rinviati a giudizio per false dichiarazioni ai pm – se la sono cavata un paio di settimane fa con sei mesi di volontariato, scuse formali ai genitori di Martina (studentessa genovese morta nell’agos to del 2011 cadendo dal balcone della stanza d’hotel a Maiorca, dove era in vacanza, secondo i giudici mentre tentava di sfuggire alla violenza sessuale) e 1.500 euro di risarcimento".

Secondo quanto racconta il Fatto Quotidiano, "Albertoni e Vanneschi, invece, non solo non hanno mai pagato le spese processuali, ma non hanno nemmeno risposto alle lettere di sollecito dell’avvocato di parte civile Stefano Savi. I genitori della vittima, Bruno Rossi e la moglie Franca Murialdo, raccontano il loro sconforto al Fatto Quotidiano: “Alla fine in questo sistema giudiziario l’unica pena sembrano scontarla le vittime”, racconta con sconforto, il padre della ragazza, sindacalista ed ex portuale di Genova. “Le due persone condannate per lo stupro di mia figlia, in carcere entrano solo per andare a dormire. Presto probabilmente otterranno nuovi benefici. Tutto questo senza che da loro sia mai arrivata una parola di pentimento. In una vicenda in cui l’acc usa più grave, la morte di una ragazza di vent’anni, è andata prescritta".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
colpevolimartina rossi
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
La scollatura a V di Elodie incanta il Festival di Cannes 2024

Guarda le foto

La scollatura a V di Elodie incanta il Festival di Cannes 2024


in vetrina
La voce di Robert De Niro nello spot elettorale di Biden: "Trump è un dittatore, vuole vendetta". VIDEO

La voce di Robert De Niro nello spot elettorale di Biden: "Trump è un dittatore, vuole vendetta". VIDEO





motori
Alpine, cresce la gamma A110, con le nuove A110, A110 GT e A110 S

Alpine, cresce la gamma A110, con le nuove A110, A110 GT e A110 S

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.