A- A+
Cronache
Mutolo: "L'arresto di Messina Denaro una farsa, c'era un accordo"
Massimo Giletti

Stasera sarà protagonista a Non è l’Arena su La7 il pentito Gaspare Mutolo

Massimo Giletti si occuperà ancora di mafia e della rete di fiancheggiatori di Matteo Messina Denaro.

Sull'arresto di Messina Denaro, Mutolo si era già pronunciato, sostenendo che fosse stato "una messa in scena". Secondo l’ex autista di Totò Riina, che ha parlato con i giornalisti di AdnKronos, la dinamica dell’arresto sarebbe stata sospetta: "Quando arrestano un boss c’è tutto un altro clima. Armi alla mano, confusione. Qui invece è accaduto tutto in “tranquillitudine”. E questo fa pensare".

Le parole di Mutolo richiamano alla memoria quelle di Salvatore Baiardo, il gelataio piemontese che gestiva la latitanza dei Graviano negli anni delle bombe, che ha rilasciato un'intervista a Massimo Giletti lo scorso novembre, in cui aveva anticipato in qualche modo l’arresto del boss, insinuando una sorta di resa da parte del superlatitante. 

Stasera in studio ci sarà anche Maria Sodano, vedova dell’ex prefetto Fulvio Sodano che ha combattuto la mafia a Trapani, per poi essere allontanato dall’allora sottosegretario al’Interno Antonio D’Alì, oggi condannato per concorso esterno in associazione mafiosa. Nella puntata è prevista anche la testimonianza di Luana Ilardo, figlia di Luigi Ilardo, boss che aveva fatto trovare ai carabinieri il covo di Bernardo Provenzano. Ilardo fu poi ucciso dopo una fuga di notizie dalla procura di Caltanissetta.

Chi è Gaspare Mutolo

Gaspare Mutolo è un ex mafioso palermitano, autore di 20 omicidi e complice di altri 70: 30 anni a servizio della mafia da killer e altrettanti a combatterla da collaboratore di giustizia. Un percorso di pentimento visto che, condannato a 30 anni di carcere, dopo una latitanza altrettanto lunga, il primo luglio del 1992 decise di collaborare affidando le sue dichiarazioni a Paolo Borsellino.

Gaspare Mutolo è stato, dopo Tommaso Buscetta, Totuccio Contorno, Francesco Mannoia, il collaboratore che ha contribuito non solo a raccontare le dinamiche interne a Cosa Nostra ma anche a fare luce su chi ha tradito lo Stato. Il 7 aprile del 2021 ha rinunciato al programma di protezione, tornando di fatto un uomo libero.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
cosa nostragaspare mutoloinchiestelatitantimafiamassimo gilettimessina denaronon è l'arenapentito
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Dal “quanto mi armi” di Zelensky a Salvini come Geolier: i meme più divertenti

Affari va in rete

Dal “quanto mi armi” di Zelensky a Salvini come Geolier: i meme più divertenti


in vetrina
Torna il gelo (dalla Russia) con neve fino in pianura

Torna il gelo (dalla Russia) con neve fino in pianura





motori
Opel Corsa Hybrid: un nuovo passo verso l’elettrificazione

Opel Corsa Hybrid: un nuovo passo verso l’elettrificazione

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.