A- A+
Culture
Arte/ Leonardo da Vinci, la grande mostra a Milano
leonardo da vinci la belle ferroniere

di Simonetta M. Rodinò

Esponente più significativo della cultura fiorentina della fine del Quattrocento, Leonardo da Vinci pur facendo parte degli uomini del suo tempo aperti a ogni interesse, consapevoli della loro forza e della loro intelligenza, riflette anche la crisi imminente, l'inquietudine di un mondo che mutava senza aver trovato la via di un totale rinnovamento - dovrà passare un secolo prima di giungere alla rivoluzionaria pittura di Caravaggio -.
Al genio nato a Vinci esattamente il 15 aprile di seicento anni fa, è dedicata l'imponente rassegna "Leonardo da Vinci 1452 - 1519 il disegno nel mondo", da giovedì a Palazzo Reale di Milano. L'esposizione ha richiesto sei anni di preparazione dei curatori Maria Teresa Fiorio e Pietro C. Marani, che dovendo fare i conti con le due precedenti monografie realizzate tra il 2012 e 2013 a Londra e a Parigi, hanno dato un taglio trasversale. Il percorso si snoda quindi non cronologicamente, ma per tematiche che scandiscono l'evoluzione artistica e scientifica di Leonardo, sottolineando alcune costanti della sua visione. A ogni tema corrisponde la fonte di riferimento per meglio rappresentare i legami del maestro con la cultura del suo tempo. Ciascuna delle 12 sezioni, che abbracciano gli anni dalla formazione fiorentina alla permanenza in Francia, passando attraverso i due soggiorni milanesi, accompagna il visitatore grazie anche a introduzioni di uno o più saggi, così da approfondire il pensiero leonardesco. Apre il percorso il segmento dedicato al disegno, vero leitmotiv della mostra, dato il ruolo fondamentale nella ricerca di Leonardo come strumento conoscitivo. La notevole rassegna è ricca di corrispondenze e rimandi: così per la "Belle Ferronnière" messa a confronto con la "Dama col mazzolino" del Verrochio.  Se nella decima sezione "de coelo et mundo" è indagata la concezione cosmologica del pittore, scultore, ingegnere, anatomista, inventore, attraverso cui s'incontrano i suoi "diluvi", che concludono la sua carriera, l'esposizione si chiude con un gruppo di opere del '500 che si rifanno ad alcuni modelli leonardeschi e con un segmento finale sul mito della "Gioconda" affrontato da Duchamp a Warhol.

Non è una rassegna facile. Richiede attenzione e capacità di vedere all'interno dei lavori, ma certo è da visitare perché attraverso le tele, i disegni, i manoscritti e una selezione di fogli del Codice Atlantico, si dispone di una documentazione davvero straordinaria.

Qualche numero? In mostra ci sono più di 200 opere, tra cui 43 sculture, 108 disegni e 40 codici leonardeschi. La rassegna ideata e prodotta da Palazzo Reale e Skira editore ha richiesto 4 milioni e mezzo d'investimenti (di cui 3 milioni e mezzo della casa editrice). Settanta i prestatori e tra questi il Musée du Louvre di Parigi, The Royal Collection / HM Queen Elizabeth II, il British Museum di Londra, il Metropolitan di New York, la National Gallery di Washington, la Pinacoteca Ambrosiana e i Musei Vaticani.

"Leonardo da Vinci 1452 - 1519 il disegno nel mondo"
Palazzo Reale - Piazza Duomo 12 - Milano
16 aprile - 19 luglio 2015
Orari: Lunedì: 14.30-19.30; Martedì e mercoledì: 9.30-19.30; Giovedì, Venerdì, Sabato e Domenica: 9.30-24.00
Ingressi: Intero: € 12 - Ridotto: € 10
Biglietto congiunto con Mostra Visconti Sforza OPEN: € 20,00
Visiti Leonardo il giorno dell'acquisto e torni a vedere Visconti Sforza quando vuoi)
Biglietto congiunto con Mostra Visconti Sforza IN GIORNATA: € 18,00
Visiti prima Visconti Sforza e SALTI LA CODA per Leonardo)
Infoline: 02/92800375
Catalogo: Skira editore
www.mostraleonardodavinci.it

 

Tags:
leonardo da vinci
in evidenza
Carolina, la musa del calcio Regina della serie B in tv

Stramare, nuova Diletta

Carolina, la musa del calcio
Regina della serie B in tv

i più visti
in vetrina
Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima

Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima


casa, immobiliare
motori
Nissan svela il nuovo veicolo commerciale leggero Townstar

Nissan svela il nuovo veicolo commerciale leggero Townstar


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.