A- A+
Culture
John Hurt è morto. Addio all' Elephant Man del cinema

E' morto a Londra all'eta' di 77 anni l'attore britannico di cinema e teatro John Hurt 

che nel 1980 ottenne la nomination all'Oscar come attore protagonista di "The Elephant Man" di David Lynch. Malato da quasi due anni di tumore al pancreas, aveva continuato a recitare anche con un ruolo nel film su Jacqueline Kennedy. Tra le decine di film di successo in cui era comparso ci sono "Alien" del 1979, "Indiana Jones", "V per vendetta" e "Harry Potter e la pietra filosofale" in cui era Garrick Olivander, il venditore di bacchette magiche. Artista versatile, aveva ricevuto una nomination agli Academy Awards anche come attore non protagonista in "Fuga di mezzanotte" del 1978. Fra i tantissimi premi, Golden Globe e quattro Bafta.

Nel 2015 era stato insignito del titolo di baronetto per i suoi lavori teatrali. Sui social e' arrivata un'ondata di messaggi commossi di colleghi e registi che hanno reso omaggio al grande attore di Chesterfield. "Dio accolga John Hurt, attore leggendario e persona buona", lo ha salutato Sharon Stone. "Act until your John Hurt", recita fino a quando il tuo John fa male, e' stato il gioco con la parola Hurt (Far male, ferire) di Dominic Monaghan. "Era un caro amico", ha scritto Kiefer Sutherland. Mel Brooks ha parlato di giorno "terribilmente triste" per la perdita di "un talento davvero magnifico". "Nessuno avrebbe potuto interpretare Elephant Man in modo piu' memorabile", ha osservato Brooks che ne fu il produttore, "ha portato quel film nell'immortalita' cinematografica". "Lo shopping di bacchette magiche non sara' lo stesso senza di te", ha twittato Bonnie Wright che aveva recitato con lui in "Harry Potter". Molti personaggi che ha interpretato, a partire dal John Merrick di "Elephant Man", restano immortali nella storia del cinema ma in oltre 30 film lui moriva nel finale. Un record, al punto che Hurt ha raccontato che i figli non gli chiedevano piu' se moriva in un film ma come sarebbe morto. Dopo la malattia, l'attore aveva detto di augurarsi di non trovare una vita post morte: "Spero che avro' il coraggio di dire: 'Vroom', eccoci, diventiamo molecole diverse!".

Tags:
cinema john hurtjohn hurt mortojohn hurt elephant manelephant man morto
in evidenza
Terence Hill lascia Don Matteo Applauso d'addio della troupe

VIDEO

Terence Hill lascia Don Matteo
Applauso d'addio della troupe

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV

Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.