A- A+
Culture

Sulla scia dell’asta londinese dedicata all’Arte Italiana del XX secolo – giunta quest’anno alla sua XV edizione – dove una gouache di Marino Marini – lotto n. 1 – è stata aggiudicata ad oltre 116.000 €, anche questo prossimo appuntamento milanese ha come lotto di inizio un olio e collage del 1960 di Marini, con una stima di 50 – 70.000 euro. Segue, in catalogo, un magnifico paesaggio urbano quasi astratto perché fatto di nudi volumi, una tempera del 1924, Periferia con Ciminiera di Mario Sironi (val. 70 – 90.000 EUR). La piccola tela di Giorgio Morandi del ’51, Fiori, pubblicata al numero 13, (val 120 – 180.000 EUR) ha una storia di passaggi in collezioni illustri che iniziano con quella di Fernanda Wittgens, storica sovrintendente di Milano e attiva a tutto campo nella difesa dell’arte Italiana.

A commento dell’asta Raphaelle Blanga afferma: “Il panorama artistico italiano del XX secolo è attualmente al centro dell’attenzione dei collezionisti italiani ed internazionali. L’asta del 26&27 Novembre di Milano rappresenta un’occasione unica per acquistare da una casa d’aste internazionale opere storiche e di qualità nel paese dove sono state pensate, create e spesso custodite fino ad oggi.” Tra le opere di questa prossima asta milanese spiccano le raffinate ceramiche di Lucio Fontana che attireranno l’interesse dei collezionisti: Cavallo del 1935/36 acquistato direttamente dall’artista negli stessi anni, Crocifisso del 1955 e Caminetto del 1948, ceramica riflessata , stima 80 – 120.000 euro; segue Concetto spaziale, uovo in terracotta del 1958 (50 – 70.000 EUR).

Proviene da una collezione americana il Senza titolo del 1952 di Alberto Burri, opera che fa parte di quella ristrettissima e rara serie di lavori che anticipano nell’utilizzo dei materiali, la serie denominata “Sacchi”. Senza Titolo proviene direttamente dalla Allan Frumkin Gallery di Chicago, dove ebbe luogo la prima personale americana di Burri, nel 1953; il pezzo in asta è un olio, vinavil, sabbia, sacco e collage su tela ed ha una stima di 250 – 350.000 euro. Seguono, due belle tele di Afro, una proveniente da un collezionista privato di Tokyo, datata 1963, Portorose (val 180 – 250.000 EUR) e Composizione, del 1957 di collezione privata milanese, stimata 150 – 200.000 euro.

Sicuramente annoverabile tra i capolavori di Renato Guttuso è la grande tela del 1956 intitolata La Strada, un dipinto che appartiene ad un ciclo di opere che va dalla fine del 1956 all’inizio del 1957, quello del cosiddetto Realismo esistenziale, in cui gli uomini vengono colti nel vivo delle loro attività quotidiane in condizioni di affollata e alienante solitudine.

La tela monumentale – già esposta a Palazzo dei Diamanti nel 1968 – è stimata 100 – 150.000 euro. Capolavori di Guttuso dello stesso periodo sono conservati nella collezione del Hirshhorn Museum a Washington, nel Museo Puškin di Mosca e al Palazzo della Pilotta a Parma.

Anche a seguito del world record (oltre 369.000 euro) registrato a metà ottobre a Londra per Mario Schifano, non sfuggirà all’attenzione dei collezionisti italiani e internazionali Palo Alto, uno dei suoi primi monocromi, eseguito nel 1960 e valutato 150 – 200.000 euro.

Non può mancare a questa sintesi dell’asta di Novembre, Enrico Castellani, che è oggi tra gli artisti italiani del XX secolo più richiesti nel mondo. A Milano avremo un’articolata selezione di suoi pezzi che va da un Senza Titolo del 1963 (val 130 – 180.000 EUR), anno che Castellani ricorda con nostalgia (vedi il suo discorso di ringraziamento in occasione del Premio Imperiale di Tokyo del 2010) per il fervido clima milanese ed in particolare per l’attenzione che alcuni critici e collezionisti giapponesi dedicarono al suo lavoro. La tela è infatti dedicata proprio al caro amico Toyofuku.

Segue Superficie Bianca del 1965, val 290.000 – 390.000 euro, che appartiene alla stessa bella collezione privata da cui proviene Palo Alto di Schifano e fu esposta a Roma alla GNAM nella fondamentale mostra Cento Opere d’Arte Italiana dal Futurismo ad oggi del 1968 – 69.

Dalla collezione di Santo Versace: Mettersi in mostra, due grandi pannelli realizzati da Alighiero Boetti per Gianni Versace, stimati 80 – 120.000 euro.

Gli anni Sessanta sono rappresentati egregiamente in questa prossima vendita milanese da opere d’avanguardia, quali Achrome, pacco in carta di giornale del 1962 di Piero Manzoni (120 – 180.000 EUR) già nella collezione Agnetti, Milano, Concetto Spaziale, Attese, taglio blu del ’64 di Lucio Fontana, (val. 420 – 600.000 EUR), Rosso di Agostino Bonalumi del 1965 stimato 70 – 90.000 euro ed infine Argento di Carla Accardi, vernice su sicofoil del 1969 (val. 50 – 70.000 EUR).

Centro del catalogo un’altra sofisticata collezione privata che è introdotta da due opere di Dadamaino (di cui ricordiamo il recente record registrato a Londra di oltre €123.000) datate tra la fine degli anni Sessanta e il 1971  e valutate 25 – 35.000 euro ciascuna.

Star di questa collezione un Concetto Spaziale di Lucio Fontana del 1965, già proveniente dalla celebre galleria parigina di Iris Clert, un olio e squarcio con graffiti su tela, stimato 300 – 400.000 euro. In questo magnifico dipinto la tela è luogo tridimensionale, perfetta simbiosi di materia e forma, di pittura e scultura. Opere analoghe a Minneapolis, al Walker Art Center, nella Fondazione Anne-Marie e Victor Loeb e al Reina Sofia di Madrid.

Nella stessa raccolta lavori di Bonalumi, Paolini, Boetti, Pistoletto, Zorio, Calzolari, sino a due  Pumpkin di Yayoi Kusama, datati 2000 e stimati dai 15 ai 25.000 euro.


Yayoi Kusama
Esposizione:
Milano, Sotheby’s Palazzo Broggi via Broggi 19
21 – 25 Novembre, ore 10-18

Asta:
26 Novembre, ore 19
27 Novembre, ore 15

 

http://www.artslife.com

Tags:
artemilano
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
La nuova Peugeot 308 diventa premium

La nuova Peugeot 308 diventa premium


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.