A- A+
Culture
La felicità? Nascosta in una sedia. Il film-testamento di Mazzacurati

di Lorenzo Lamperti

twitter@LorenzoLamperti

Alcuni film possiedono una leggerezza che ad altri film è invece sconosciuta. Una leggerezza che regala un tono un po' divertente, un po' fiabesco a tutta la vicenda che si mette in scena. È capitato spesso di percepire questa leggerezza davanti a un film di Carlo Mazzacurati. E capita di nuovo con La sedia della felicità, ultimo film realizzato dal regista padovano. Non è un'opera perfetta, ma è una storia lieve e piena di sorrisi. Mazzacurati, che già in passato aveva dimostrato di saper raccontare col sorriso sulle labbra, ci lascia una favola moderna che diverte e, a tratti, riempie di malinconica gioia.

AFFARI AL CINEMA

1. PAOLO SORRENTINO E LA GRANDE BELLEZZA

2. CINEMA E FINANZA: THE WOLF OF WALL STREET

3. CINEMA E AIDS: DALLAS BUYERS CLUB

4. "A PROPOSITO DI DAVIS", LO STRAORDINARIO FOLK DEI FRATELLI COEN

5. "12 ANNI SCHIAVO". OSCAR AL SENSO DI COLPA

6. POMPEI, IL RACCONTO DEL DISASTRO TRA IL GLADIATORE E MELANCHOLIA

7. HER, L'AMORE TRA UOMO E COMPUTER ESISTE

8. SNOWPIERCER: E' ARRIVATA LA NUOVA ERA GLACIALE

9. THE IMPOSTER: LA STORIA VERA DEL NUOVO ZELIG

10. NYMPHOMANIAC, L'ANTIPORNO D'AUTORE

11. GRAND BUDAPEST HOTEL, WES ANDERSON RISCOPRE IL PIACERE DEL RACCONTO

12. NOAH, LA BIBBIA DIVENTA FANTASY

13. TRANSCENDENCE, COSI' L'UOMO-MACCHINA DIVENTA UN DIO

14. AMAZING SPIDER MAN 2: L'UOMO RAGNO E' PIU' FIGO CHE MAI

La storia comincia a Jesolo. I protagonisti sono Bruna e Dino, che lavorano e si arrangiano come possono in mezzo a mille difficoltà. Le vetrine dei rispettivi negozi sono una di fronte all'altra. Bruna, interpretata da una bella e frizzante Isabella Ragonese, è un'estetista in difficoltà con il pagamento dei macchinari. Per arrotondare va a fare la manicure in carcere a una ricca ereditiera (Katia Ricciarelli) che ce l'ha a morte con gli immigrati. In punto di morte la donna le rivela che dentro una delle sedie della sua villa in disuso ha nascosto un tesoro. Bruna si lancia alla ricerca del fantomatico tesoro e coinvolge nella sua impresa anche Dino (Valerio Mastandrea), un tatuatore che se la passa male economicamente e che dopo il divorzio dalla sua ex moglie è costretto a vivere all'interno del suo negozio. I due scoprono che le sedie sono state vendute all'asta e partono alla caccia dei loro nuovi proprietari. Ma insieme a loro c'è anche una terza persona che conosce il segreto: è un prete col vizietto del videpoker, interpretato da Giuseppe Battiston.

Il film si snoda attraverso tutto il Veneto. Dal tribunale di Venezia al cimitero di Verona, dal centro di Padova ai colli fino alle cime nevose. Mazzacurati racconta con amore la terra che fisicamente e umanamente conosce meglio. Lo fa mettendo insieme toni un po' grotteschi e un po' lirici, raccontando quella terra attraverso gli occhi di due outsider, nessuno dei due veneto, che partono alla scoperta di un mondo che talvolta sembra essersi fermato. Bruna e Dino sono costantemente messi di fronte all'altro, allo straniero, vero o metaforico che sia. Non importa che si tratti di un'archivista del tribunale, una cameriera cinese, un mago ciarlatano, un fiorista indiano o due pastori veneti. Bruna e Dino sono messi di fronte a un mondo che non conoscono. Un mondo frammentato eppure così coeso e, alla fin fine, buono. Il maggiore pregio del film è quello che riesce a raccontare un tema drammatico come la crisi attraverso il sorriso. Mazzacurati tratta con amore i suoi due protagonisti, due perdenti che fanno fatica a tirare avanti in un'Italia sempre più disperata. Ma è un'Italia che ha anche voglia di ripartire. Un'Italia che vuole il riscatto. E lo fa senza enfasi o eccessivo sentimentalismo. Il passato dei protagonisti lo si intuisce ma non ci viene presentato in maniera didascalica. La stessa storia d'amore tra i due protagonisti è soffusa, mai invasiva. Prima di morire Mazzacurati ci ha lasciato un tesoro. E allora avanti, tutti pronti alla ricerca della sedia. O meglio, della felicità.

 

Tags:
mazzacurati
in evidenza
Kardashian, lato B o lato A? E il tatto di lady Vale Rossi...

Diletta, Wanda... che foto

Kardashian, lato B o lato A?
E il tatto di lady Vale Rossi...

i più visti
in vetrina
Heidi Klum in barca senza reggiseno. Diletta Leotta da sogno in vacanza. E poi..

Heidi Klum in barca senza reggiseno. Diletta Leotta da sogno in vacanza. E poi..


casa, immobiliare
motori
Si rubano circa 70 motoveicoli al giorno in Italia

Si rubano circa 70 motoveicoli al giorno in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.