A- A+
Economia
Apple porta IA di OpenAi su iPhone. Musk teme per la privacy e dichiara guerra
Tim Cook  - Elon Musk

Apple-OpenAi, c'è l'accordo per portare l'intelligenza artificiale sugli iPhone. Furia di Elon Musk: "Violazione della sicurezza, utenti a rischio"

Anche Apple è entrata pienamente nell'era dell'intelligenza artificiale, ma alla sua maniera. Creando contenuti stilizzati, dalla capacità di scrivere con la propria calligrafia a un Siri più umano, dalla possibilità di rimettere ordine alle proprie email, al controllo delle app in modalità "lock" per evitare sgradite intrusioni.

Presentando le novità Apple all'atteso evento del Worldwide Developers Conference, la conferenza mondiale degli sviluppatori, a Cupertino, California, il Ceo Tim Cook ha parlato di "salto evolutivo", di nuova era con Apple Intelligence. I telefoni e i tablet potranno essere usati come sempre, ma sono previste molte più funzioni e contenuti personalizzati, adattati al momento.

LEGGI ANCHE: Addio Siri, svelati piani di Apple. I "superpoteri" del nuovo chatbot con l'IA

Uno su tutti: i Genmoji, le nuove emoji generate tramite intelligenza artificiale in tempo reale, in base all'umore e a quello che si vuole dire. E lo stesso vale per immagini dell'utente in versione non realistica, più simile a un cartoon, per accompagnare le conversazioni e renderle più colorite e divertenti. Allo stesso tempo, in base all'argomento di conversazione, l'intelligenza artificiale può creare sul momento una storia mettendo insieme foto scattate in passato e attinenti quel tema, accompagnata da una base musicale a fare da colonna sonora.

Novita' anche per l'uso dell'iPadOS 18, che prevede la personalizzazione della trascrizione degli appunti: con Apple Pencil si potra' scrivere in digitale seguendo la propria calligrafia, e se dovessimo scrivere in maniera non precisa perche' presi dalla velocita', l'IA rimettera' lo stile a posto. "Sara' sempre il tuo stile - spiegano - ma solo piu' morbido e leggibile".

Apple Intelligence avra' il compito di raggruppare le email per temi o per fonte di invio, ma anche offrire una sinossi a email con contenuti molto lunghi, tipo quelle che negli Stati Uniti vanno molto di moda per trascrivere conferenze o interviste: accanto alla trascrizione c'e' anche una sintesi, per guadagnare tempo.

Apple ha pensato anche a ridisegnare l'applicazione Foto, ristrutturata in modo da semplificare la ricerca alle immagini - sempre piu' numerose ormai - che popolano la memoria dello smartphone. Inoltre iOS 18 prevede molte possibilita' di personalizzare e controllare la privacy. Le app piu' delicate possono essere "nascoste" a utenti esterni, oppure avere accesso con formule meno immediate, tipo riconoscimento facciale, touch o password, per evitare sgradite intrusioni.

Novita' anche per l'app Messaggi, arricchita con emoji e programmati per l'invio a orari definiti. Ma nel caso non ci sia copertura telefonica o wifi, ecco l'altra grande novita': i messaggi verranno inviati attraverso il satellite. Riguardo MacOS Sequoia, il sistema operativo del Mac e' arrivato alla sua versione numero 15. L'iPhone Mirroring portera' il cellulare Apple dell'utente sullo schermo del Mac, comprese le app e le notifiche.

LEGGI ANCHE: Nvidia, sorpasso storico: vale più di Apple. L'Antitrust Usa accende un faro

In pratica, si potrà usare il cellulare direttamente dal computer, mentre si lavora. Tutto in uno. Una sola cassaforte conterrà tutte le password, per mettere ordine e rendere meno caotica la procedura di memorizzazione delle chiavi d'accesso. Novità anche sul piano del benessere fisico con WatchOS 11, nuova versione del sistema operativo di Apple Watch. Entra una nuova funzione, Vitals, che utilizza algoritmi e sensori per stilare una scheda dell'utente, mettendo insieme i vari parametri a cominciare dal battito cardiaco.

Foto spaziali sono, invece, previste per VisionOS 2, la nuova versione di Vision Pro, con foto spaziali ideate per visualizzare le proprie immagini con una maggiore profondità di campo in modalità tridimensionale. Apple ha anche annunciato che integrerà il ChatGpt all'iPhone e ad altri congegni elettronici entro fine anno. Il ceo di OpenAI, Sam Altman, era presente all'evento di Cupertino.

Musk: "Se Apple integra OpenAi a livello OS la vieterò"

"Se Apple integra OpenAI a livello di OS", il suo sistema operativo, "allora i dispositivi di Apple saranno vietati nelle mie aziende. Questa è un'inaccettabile violazione di sicurezza". Lo afferma Elon Musk dopo che Apple ha annunciato una partnership con OpenAI.

"E' assurdo che Apple non sia abbastanza intelligente da creare la sua intelligenza artificiale, ma sia in qualche modo in grado di garantire che OpenAI protegga la vostra sicurezza e privacy. Apple non ha idea di cosa accadrà una volta che i dati sono nelle mani di OpenAI", aggiunge Musk in un successivo post.

Wall Street: record per Apple (+6,15%) dopo lancio sua IA

Record per Apple, che guadagna il 6,15% a 205 dollari, il giorno dopo il lancio di alcune novità durante la sua conferenza mondiale degli sviluppatori. Tra tutte, Apple Intelligence, un sistema per potenziare le funzioni di iPhone, iPad e Mac con l'intelligenza artificiale, disponibile gratis per tutti gli utenti. Apple ha specificato che tutte le funzioni legate ad Apple Intelligence saranno da considerarsi in fase beta, anche quando debutteranno sulle versioni definitive dei sistemi operativi, in autunno. Apple Intelligence sarà inoltre disponibile solo per le ultime generazioni di iPhone 15 Pro e su iPhone e iPad con chip M1 o più recenti. Inizialmente la funzione si potrà usare solo in inglese, ma è già previsto che gradualmente arriverà il supporto a più lingue.






in evidenza
Fini-Tulliani, il matrimonio è finito: tutta colpa della casa di Montecarlo. Rumor

L'accusa di tradimento è stata la mazzata finale

Fini-Tulliani, il matrimonio è finito: tutta colpa della casa di Montecarlo. Rumor


motori
La nuova CUPRA Formentor: l’evoluzione del successo nel segmento SUV coupé

La nuova CUPRA Formentor: l’evoluzione del successo nel segmento SUV coupé

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.