A- A+
Economia
Donnarumma, nodo liquidazione: il precedente di Del Fante da Terna a Poste

Slitta la nomina di Donnarumma a Cdp Venture Capital

Felix The Cat
 

Perché la nomina di Stefano Donnarumma a capo di Cdp Venture Capital – nonostante l’annuncio fatto da Giovanbattista Fazzolari - continua a slittare? Per una ovvia ragione di soldi. Almeno due le partite che lo vedono piuttosto intransigente: la prima è quella dello stipendio. Come amministratore delegato di Terna, Donnarumma ha guadagnato nel 2021 circa 2,1 milioni di euro tra emolumenti e stock option. Aveva già fatto la bocca alla retribuzione da numero uno di Enel, che è due anni fa ha superato i 4,5 milioni.

Invece, si ritrova non solo a dover quantomeno rimandare l’approdo in Viale Regina Margherita, a sentirsi proporre uno stipendio tra i 700 e gli 800mila euro, cioè un terzo dell’attuale retribuzione. Qualche escamotage lo si potrebbe pure trovare, ma non si tratta di un emolumento particolarmente appetibile per un manager di quella levatura.

LEGGI ANCHE: Enel, così Flavio Cattaneo ha vinto la volata per il ruolo di AD

Non solo: c’è il nodo liquidazione. Secondo quanto può riferire Affaritaliani.it, a Donnarumma spetterebbero circa 4,5 milioni, che però non gli si vorrebbero dare perché passerebbe da una società controllata da Cdp (Terna) a un’altra che fa direttamente riferimento alla Cassa. Trattandosi quindi di un cambio di posizione all’interno dello stesso gruppo, non gli spetterebbero quei soldi. Ma Donnarumma protesta e ha dalla sua un precedente: nel 2017 Matteo Del Fante, allora amministratore delegato di Terna, prima di approdare a Poste (partecipata da Cdp) ottenne 3,8 milioni di buonuscita.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
cdpstefano donnarumma





in evidenza
Iran, ecco Raisi prima dell'incidente fatale in elicottero: le foto del leader e del suo entourage

Ultimi scatti prima dello schianto

Iran, ecco Raisi prima dell'incidente fatale in elicottero: le foto del leader e del suo entourage


motori
Alfa Romeo presenta il nuovo store online

Alfa Romeo presenta il nuovo store online

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.